2008-04-22

Ogni tanto mi piace portare in tavola un dolce scenografico, così (sempre di venerdì sera, ovvio) mi lambiccavo il cervello pensando al dolce che avrei preparato per la domenica seguente e mi sono ritrovata tra le mani il bellissimo libro I dolci di Maurizio Santin.
Per quanto io sia ambiziosa mi sono, comunque, resa conto che non me la sentivo di mettere in pratica un dolce articolato come quelli di Santin e così mi sono solo ispirata ed ho creato un dolce semplice ma strutturato in modo creativo cui ho aggiunto la preparazione delle tegoline allo zucchero di canna tratta, appunto, dal libro del maestro.
Le dosi sono per otto tranci che ho tagliato alla misura di 5,5 x 12 cm, qualcuno non a torto mi chiama precisina, ma volendo si possono fare anche leggermente più piccolini.
Per il pan di spagna:
4 uova grandi
150 g di farina
150 g di zucchero semolato vanigliato

Per la crema di mascarpone:
250 g di mascarpone
200 ml di panna fresca
3 cucchiai di zucchero a velo

Per la bagna:
4 cucchiai di fragolino
2 cucchiai di grappa
4 cucchiai di acqua
1 cucchiaio di sciroppo di zucchero

Per le tegoline allo zucchero di canna:
65 g di burro morbido
100 g di zucchero scuro di canna
45 g di albumi
20 g di farina 00

Per completare:
fragole fresche
zucchero a velo

Prepariamo il pan di spagna montando per 15-20 minuti le uova con lo zucchero, poi aggiungiamo a mano la farina mescolando delicatamente, versiamo tutto in una teglia rettangolare, ad uno spessore di 1-1,5 cm e poniamo in forno caldo a 180° finchè sarà cotto e dorato. Togliamo dal forno, lasciamo raffreddare e ricaviamo i nostri tranci.
Per preparare le tegoline (ho dimezzato già le dosi di Santin perchè altrimenti ne viene un grande quantitativo) lavoriamo a pomata il burro con lo zucchero, poi con la frusta aggiungiamo gli albumi e la farina setacciata un pò alla volta. Lasciamo riposare l'impasto per 6 ore in frigo e poi stendiamolo in uno strato sottile in una teglia di silicone o rivestita di carta da forno. Cuociamo a 180° fino a colorazione. Lasciamo un poco intiepidire e tagliamo a triangolini.
Intanto montiamo la panna con lo zucchero ed il mascarpone. Versiamo la crema nella sac à poche con bocchetta liscia e dopo aver bagnato i tranci col liquido preparato stendiamola formando un motivo decorativo sulla superficie dei dolci. Completiamo con le fragole tagliate a fettine e le cialdine messe in verticale. Spolverizziamo di zucchero e serviamo.
Reazioni:
Categories:

Tranci alle fragole con tegoline croccanti

Cocò 2008-04-22 Media Voti 5,0 su: 1

22 commenti:

Lory ha detto...

SDENGGGGGGGGGG la mandibola è caduta sulla tastiera ;-)
Ma che belli questi tranci Cocò,devo dire che Santin è un grande ma tu,nn sfiguri mica sai ;-)
Complimenti!

P.S Domani passa che cè una cosina che riguarda anche te :-)

CoCò ha detto...

@Lory che complimento esagerato. Domani? E chi dorme sapendo che nella tua pentola bolle qualcosa?

Aiuolik ha detto...

Che bella presentazione e che buono che dev'essere! Brava Cocò!

Ciaoo,
Aiuolik

Anonimo ha detto...

Una fettina a me, please!!!!
Ciao Cò,diventi sempre più brava!
Peccato che per questo ponte sono di Comunione, altrimenti venivo anch'io alla festa a Civita.Sob!Spero per la prossima occasione.Rossella

Valeria ha detto...

Che meraviglia!!!!!!!!!!!!!!!
baci Valeria

mamma3 ha detto...

Ottimo lavoro!:))Elga

Ady ha detto...

Bellissimo Cocò come semre, Santin è il mio maestro, anch'io ho il suo libro che mi fa da ispirazione ogni volta che ho voglia di fare un dolce particolare!Un bacio
P.S.Ci siamo siamo agli ultimi scatti, tra qualche giorno posterò l'ultimo scatto, ti aspetto!!!

CoCò ha detto...

@Aiulik grazie grazie devo dire che il gusto è ancora migliore il giorno dopo
@Rossella mannaggia la prossima volta speriamo che ci sia anche tu
@Valeria se me lo dici tu che in fatto di dolci
@Mamma3 non sarà a livello dei dolci francesi ma ce la caviamo in modo casalingo
@Ady vedi non sei tu che mi aspetti sono io che aspetto di vedere le tue foto che sono curiosa come una scimmia

Ciboulette ha detto...

Complimenti, questo dolce e' scenografico ma anche buono nella semplicita' dei suoi ingredienti!!

mmmh immagino la scarpetta di panna fatta con le cialdine :P
Ciao!

Ciboulette ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Roxy ha detto...

Definirei questi trancetti meravigliosi.....grandissimo effetto scenografico! Baci

elisabetta ha detto...

E' un piccolo capolavoro, complimenti

Camomilla ha detto...

Che meraviglia, sono rimasta incantata davanti allo schermo... Brava per l'esecuzione, per la presentazione e soprattutto per aver modificato la ricetta adattandola alle tue esigenze!
Baci e buona giornata!

sweetcook ha detto...

Mi ero persa le ultime ricettine, TUTTE degne dei miei migliori complimenti. Sei bravissima!
Questi tranci...DIVINI.

CoCò ha detto...

@Roxy, Elisabetta effetto scenografico di sicuro grazie
@Camomilla in effetti non ho modificato nessuna ricetta ho solo cercato di imitare nella forma un dolce da maestro ed ho preso in prestito le cialdine
@Sweetcook Grazie cara addirittura Divini i miei tranci?

salsadisapa ha detto...

è davvero bellissimo! peccato che ho serie difficoltà a digerire sia panna che mascarpone, perché mi piacciono moltissimo! :( uffii.... chissà che non possa "riadattare" sto dolce con la ricotta? ;)

Lo ha detto...

bhe che dire ...splendido...scenografico..armonioso e interessante la ricetta delel tegoline!

emilia ha detto...

Bello !!! Si bello ma cavoli quanto sara' buono !!!! Ciao.

CoCò ha detto...

@Salsadisapa secondo me con la ricotta o con una muosse allo yogurt viene bene lo stesso
@LO bè le tegoline sono una chiccheria da Maestro ed infatti la ricetta è di un maestro
@Emilia si bello ma soprattutto buono confermo

Arietta ha detto...

azz! sono basita....ma che meraviglia!!!!

CoCò ha detto...

@Arietta che divertente esclamazione...ma grazie

Anicestellato... ha detto...

Che meraviglia!!

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!