2008-06-04


Qualcuno si lamenta del mancato arrivo del caldo, cerco di comprenderne l'irritazione ma dal mio canto non posso che preparare cibi freschi e leggeri in linea con quello che in effetti è qui da noi il clima...caldo ragazzi, veramente caldo, anzi questa mattina sembrava volesse piovere ma adesso fa più caldo di prima. Comunque per chi non trovasse questo antipastino in linea con la stagione più sempre conservarne la ricetta per climi più favorevoli.
Quando abbiamo voglia di coccolarci, dall'inizio del pranzo, senza metterci ai fornelli ecco l'idea che ci mancava, a me l'hanno data un vecchio numero della rivista A Tavola ed un bel pezzo di Mocetta arrivato dalla Valle d'Aosta, grazie al costante lavoro di ricerca della bottega Esperya, che se non ci fosse bisognerebbe inventarla.
Per i non addetti, anche se i valdostani urleranno per il disappunto, la mocetta ricorda un pò la bresaola. Ma se non vogliamo sentire bestemmie, in dialetto franco-provenzale per di più, vi dirò che la Mocetta è preparata con carne di sola coscia di bovino adulto (raramente di cervo) che, dopo l`attentissima operazione di pulitura e snervatura del pezzo, viene posta a macerare per qualche mese con aromi ed erbe di montagna. La stagionatura avviene in ambiente naturale e senza alcuna fretta.
Io l'avevo assaggiata ed apprezzata tra le montagne di Arnad, in purezza senza alcun condimento, come vuole la tradizione, in questa ricetta invece l'ho un pò "bresaolizzata" ma l'ho adorata allo stesso modo, se non di più.
Ingredienti per 2 persone:
1 mela verde Granny Smith
16 fettine sottili di Mocetta Valdostana
Scaglie di Parmigiano Reggiano
1 piccolo limone
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva
sale dolce di Cervia
pepe bianco
Laviamo la mela, detorsoliamola con l'apposito attrezzino e ricaviamone dieci fettine sottili, riuniamole in una ciotolina e spruzziamole con metà succo del limone. Uniamo il succo restante all'olio, una macinata di pepe ed un pizzico di sale, emulsionando bene con una forchetta, disponiamo nei piatti le fettine più larghe della mela (quelle centrali), sistemiamo sopra ognuna due fettine di mocetta, qualche goccia di emulsione, e continuiamo così fino a chiudere con le calottine (inferiore e superiore) di mela. Appoggiamo in cima le scaglie di parmigiano, distribuendone qualcuna anche sul piatto, decoriamo a piacere con un rametto di maggiorana ed irroriamo con la citronette avanzata.
Reazioni:
Categories: ,

Torrette di mela verde e Mocetta Valdostana

Cocò 2008-06-04 Media Voti 5,0 su: 1

6 commenti:

Aiuolik ha detto...

Tranquilla, qui fa caldo per cui le tue ricette sono apprezzate :)

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Buono e goloso questo antipastino!!! Buona serata Laura

adina ha detto...

ma noooo... io pure lo voglio il tuo caldo, quel tanto caldo che si suda e ci si lamenterà, ma almeno potrò mettermi i miei sandaletti viola nuovi finora inutilizzati!!!

CoCò ha detto...

@Aiuolik bene mi fa piacere non essere fuori tema
@Laura è goloso veramente e poi nel piatto è srridente con i suoi colori estivi
@Adina che numero porti? magari i sandalini viola me li puoi cedere in cambio di due bei stivaletti gommati che dici?

Lo ha detto...

io adoro gli abbinamentio di frutta con i salati...adoro farne pranzo...questo è da provare davvero...buon week end! un abbraccio piumoso

Squincy ha detto...

Ma ciao che buona roba!

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!