2009-10-07

Una delle regioni che più amo è l'Alto Adige con le sue verdi montagne e la sua ricca cucina.
In attesa di ritornarci appena possibile cerco intanto di rinfrescarne il ricordo con dei piatti tipici anche se diventa a volte un'impresa reperire degli ingredienti. Con Esperya l'impresa si semplifica e così avendo tra le mani il Salamino affumicato di maiale e camoscio, preparato dal sig. Berardi secondo tradizione con carne di camoscio e pancetta di suino, non ho potuto che pensare ai canederli che adoro. Li ho preparati con metà salamino e metà speck li ho cucinati e serviti in un ricco brodo di carne bovina. Il piatto è bello sostanzioso ma per la stagione appena iniziata è l'ideale.
Penso che dei canederli ogni famiglia sud-tirolese abbia la sua ricetta, io così lontana mi sono affidata alla grande Cucina Italiana, preparandoli secondo la ricetta reperita su un vecchio numero della rivista.
Per chi fosse alto-atesino quanto me lascio comunque la ricetta e mi raccomando provate il salamino...merita davvero.
Canederli
Ingredienti:
250 g di pane
50 g di speck
50 g di Salamino di maiale e camoscio
1/2 cipolla
4 uova
100 g di farina
1 bicchiere di latte
olio e burro q.b.

Riduciamo a cubetti il pane e rosoliamolo in una padella dove avremo lasciato appassire la cipolla con un po' di olio e burro. Trasferiamolo poi in una ciotola, mescoliamolo con le uova, il latte e i salumi e lasciamolo ammorbidire per mezz'ora circa. Uniamo al composto la farina e formiamo delle palline. Lessiamo i canederli in un ricco brodo di carne per 2-3 minuti da quando vengono a galla. Serviamo con il brodo e del grana, oppure scoliamoli e serviamoli con burro scuro e grana.

P.S. con questa ricetta partecipo alla raccolta di Roxy dal titolo Sapore di Vacanza

Reazioni:
Categories:

Canederli in brodo

Cocò 2009-10-07 Media Voti 5,0 su: 1

12 commenti:

manu e silvia ha detto...

Non ci crederai..ma non li abbiamo mai mangiati...eppure ci fanno così voglia!!devono essere buonissimi anche così semplicemente!
un bacione

Mimmi ha detto...

Qui in Germanolandia si chiamano "Knödel" e vengono preparati nei modi piú disparati. La tua versione col salamino di camoscio mi era peró sconosciuta!!
Devono essere squisiti :-)

Morena ha detto...

ma che buoni i Canederli..quando vado in alto Adige non perdo l'occasione per mangiarli..chissà perchè non mi è mai passato per la testa di farli...mi hai invogliata, grazie!!mi segno la ricetta!!

Saretta ha detto...

Interessante la tua versione, mia mamma non ci emtteva la farina ma solo il pane, glielo dirò.
bacione anche al piccino!

CoCò ha detto...

@Manu e Silvia io tutto ciò che vagamente ricorda gli gnocchi lo adoro
@Mimmi è vero i Knodel
@Morena non vedo l'ora di ritornarci in Alto Adige per gustare le loro prelibatezze
@Saretta io ho provato questa ricetta e mi è piaciuta proverò anche la versione senza farina se mi dai la ricetta

Etnica ha detto...

Ho trovato questa versione senza farina
http://www.italy-recipes.com/ricette/dettaglio_ita.asp?T=canederli-al-formaggio-käseknödel-&index=2322

Canederlo ha detto...

ci riprovo eh? aspetta... lo metto in firma

emilia ha detto...

Che buoni sono i canederli, mangiati solo una volta...provato a farli mai !!! Devo rimediare assolutamente.
Buona domenica.

Roxy ha detto...

Con questa buonissima ricetta potresti partecipare alla mia raccolta, se ti va! Baci

FERNANDO ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
CoCò ha detto...

@Etnica grazie la voglio provare, poi magari vi dico del risultato
@Emilia aiutano anche a riciclare il pne avanzato
@Roxy la testa non ci sta più, perchè no?

Aiuolik ha detto...

Ogni anno mi dico che devo provare i canederli e ancora non li ho fatti. Ci riuscirò quest'anno? Ai posteri...

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!