2011-12-17

Tazze da caffé con piattini Vetri delle Venezie
Cosa c'è di meglio per scaldare un freddo (non troppo per la verità) pomeriggio festivo?
Voglio condividere con voi questa gustosa e semplice ricetta da proporre in accostamento a qualche biscottino al caffé di casa Loison (per non avere neppure il pensiero di preparare i biscotti) e ad un libro da scegliere tra ben nove  irresistibili romanzi che hanno come argomento in senso stretto o in senso lato la cucina.
Un paio di mesi fa mi sono imbattuta in un romanzo che aveva un titolo particolarmente interessante Gli ingredienti segreti dell'amore di Nicolas Barreau edito da Feltrinelli, ho iniziato a leggere la trama e quando ho visto che il nome della protagonista chef e proprietaria del ristorante Le Temps des cerises era Aurélie (il nome della mia bambina in francese) non ho potuto resistere. Altro punto a favore l'ambientazione parigina. In pratica ho letto il libro d'un fiato e se pure il titolo richiama la cucina e in fondo al libro ci sono anche le ricette del menù d'amore di Aurélie, la cucina resta al margine della storia che  più che altro si incentra sul mistero di un libro, del suo scrittore e di una serie di coincidenze.
Come Aurélie anche Sophie, la protagonista de Il gusto segreto del cioccolato amaro di Kevin Alan Milne per Sperling & Kupfer esce da una delusione d'amore e delusa dalla vita, che già a nove anni le ha strappato bruscamente i genitori, la affronta con un pessimismo estremo che la porta addirittura a creare e vendere nella sua cioccolateria i Biscotti della Sfortuna, "deliziosi" biscottini ricoperti di cioccolato amaro con dentro messaggi cinici e crudamente realistici. Ma anche Sophie dovrà credere che la felicità non è solo un'illusione e da una stupida scommessa imparerà che se la felicità si vuole non bisogna mai smettere di cercarla.
Da leggere assolutamente La cucina degli ingredienti magici di Jean McHenry per Corbaccio editrice, che avrete certamente già visto in libreria dato il successo annunciato. Anche a Ginny, la prota-gonista di questo romanzo, la vita sembra incomprensibile dopo aver perso i genitori, cerca consolazione nella cucina di casa e tra le ricette di famiglia richiamando attraverso esse i fantasmi dei suoi cari che l'aiuteranno a risolvere un mistero e ad intraprendere la via per trovare se stessa. Un romanzo sulla famiglia pieno di suspense, magia e ricette.
Ha fatto parlare di sè già la scorsa estate Un regalo da Tiffany il best seller di Melissa Hill edito da Newton Compton che, a dispetto del titolo ha molto a che fare con la cucina. La storia prende le mosse dallo scambio di due scatoline blu all'uscita della gioielleria Tiffany ma la protagonista della storia Rachel è una chef e la cucina diventa lo scenario della storia. Una bellissima storia d'amore per inguaribili romantiche.
Permette di passare qualche ora di estrema spensieratezza Le ricette di Nefertiti il romanzo di Bruno Gambarotta per Garzanti Libri . Il libro narra, con piglio ironico, le vicende dell'egittologo Paolo Maria Barbarasa che, venuto in possesso di dodici frammenti di papiri su cui pare siano annotate altrettante ricette afrodisiache della regina Nefertiti, si troverà suo malgrado coinvolto in una comica e paradossale "guerra dei papiri" in cui ognuno cercherà di sfruttare il rinvenimento dello straordinario documento a proprio vantaggio.
Un romanzo che rimane sempre attuale e che anche dopo la scomparsa della sua autrice Maria Orsini Natale continua ad essere ripubblicato dalla casa editrice Avagliano è Fracesca e Nunziata che molti di voi conosceranno almeno per la trasposizione cinematografica firmata da Lina Wertmuller che vedeva protagonisca la Loren. Il romanzo, di quelli che si divorano con la vana speranza che non abbiano mai fine, narra la storia due donne imprenditrici, Francesca e la figlia Nunziata, di un secolo di vita di una famiglia patriarcale di pastai che dalla costiera amalfitana si trasferisce ai piedi del Vesuvio trasformando l'azienda artigianale in una moderna azienda industriale.
Narra invece le vicende altalenanti  di una "dinastia agricola" che fugge dalla Spagna franchista alla Francia in cerca di fortuna Frutta & Verdura di Anthony Palou pubblicato da Barbès. Una cronaca sociale e familiare che è lo spaccato di un epoca "difficile", gli anni Settanta. Scritto con ironia e nostalgia il libro di Palou  ha incontrato il favore di pubblico e critica e leggendolo non si può che concordare con i più.
Di cultura contadina parla anche Il Mestiere più antico del mondo di Antonio Leotti per Fandango Libri, la storia tragicomica di un agricoltore che vive impotente con effetti disastrosi sulla propria pelle l'avvento del mercato globale. Un libro per capire quale sia oggi nella nostra società il ruolo dell'agricoltura.

Se come me amate le biografie non potrete non apprezzare il romanzo di Maria Cristina Magni Il principe dei cuochi, Cairo editore dedicato a martino da Como, il cuoco che con le sue meravigliose ricette deliziò Duchi e Papi segnando il passaggio dal Medioevo al Rinascimento. La storia di un grande innovatore, uno spirito libero che conquistò il favore dei potenti senza mai restarne schiavo. Nel libro sono contenute anche alcune ricette originali riproducibili ai giorni nostri, si sa mai che si abbia voglia di organizzare per il Natale una cena in stile rinascimentale.
E adesso zabaione per tutti
Ingredienti per 6 tazzine:
2 tuorli
40 g di zucchero
50 ml di marsala secco
50 ml di caffè ristretto
2 cucchiaini colmi di cacao amaro
cioccolato fondente per decorare
Mescolare i tuorli con lo zucchero finché diventano spumosi, aggiungere il cacao poi il marsala ed il caffé e continuare a mescolare portando il recipiente sul fuoco a bagnomaria senza mai arrivare al bollore ma fino al punto in cui lo zabaione si inspessisce. Versare nelle tazzine e decorare con cioccolato fondente grattugiato. Servire con biscottini al caffè.
Reazioni:
Categories:

Uno zabaione cioccolato e caffè e nove irresistibili romanzi

Cocò 2011-12-17 Media Voti 5,0 su: 1

6 commenti:

bruna ha detto...

Accetto volentieri una tazzina del tuo zabaione ma ancor più volentieri i suggerimenti di interessanti letture !

aleste ha detto...

Gustare una tale delizia in compagnia di un bel libro è il massimo!
Buona domenica.

Fiorella ha detto...

Grazie per i suggerimenti di lettura.
Un' informazione sullo zabaione: il cacao amaro quando lo aggiungi?

carpe diem ha detto...

QUI INVECE FA FRESCHETTO..C'ERA UN BEL GHIACCIO STAMATTINA!QUANTI BEI LIBRI DA LEGGERE...MI ISPIRA IL MESTIERE PIù VECCHIO DEL MONDO...

CoCò ha detto...

@Fiorella scusa una dimenticanza, appena prima dei liquidi, ho corretto comunque grazie ciao a tutti

piccoLINA ha detto...

Grazie mille per i preziosi suggerimenti!
Rubo una tazzina di zabaione, posso????
Un abbraccio e buonissima giornata
PAola

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!