2015-05-15

Per I Percorsi del Gusto di Diritto di Cronaca ho fatto sosta a Castrovillari presso La taverna degli ammirati. 
Se cercate un posticino curato, dall'ambiente moderno e rilassante con possibilità di godere la terrazza quando il clima lo permette fermatevi a mangiare alla Taverna degli Ammirati. Sedetevi e scegliete dal vasto menù che varia a seconda della stagione e della disponibilitá delle materie prime reperite in ambito locale oppure lasciatevi consigliare dallo chef ma non aspettatevi grandi abbuffate di antipasti con salumi e formaggi industriali, ogni piatto che esce dalla cucina di Luigi Ammirati ha un suo perché e una sua ragione d'essere. Il locale è piuttosto recente ma la fama dello chef è ben nota non solo a Castrovillari e i suoi piatti più famosi e riusciti lo seguono da tempo.
Luigi Ammirati è uno che vive intensamente la cucina, che sa quel che mette nel piatto e - a costo di risultare poco popolare - sa cosa consigliare ai suoi avventori secondo il momento e la persona che ha di fronte, fidatevi è uno che lavora con le porte della cucina aperte, mostrando a chi si siende ai tavoli cosa fa. I prezzi sono ottimi e fanno di questo gradevole localino un posto molto gettonato oltre che per le cene tra amici anche per le pause pranzo di lavoro.
Abbiamo assaggiato una delicata e gustosa insalata di polpo (perfettamente cotto) con pomodorini idroponici di Sibari.

I fusilli del pastore sono uno dei piatti più richiesti e riusciti ed all'assaggio ce ne spieghiamo la ragione. Un mix di ricotta, scamorza affumicata, rucola e olive nere ne fanno un piatto azzeccato che ci offre un pieno di gusto pur nella semplicità degli ingredienti utilizzati, tutti di facile reperibilità.

La vera bandiera di Luigi Ammirati sono gli Spaghetti al fuoco di Bacco, cotti nel vino rosso, piccanti al punto giusto e completati da olive nere, questo è il piatto che ci da conferma di quanto la cucina di Ammirati sia molto personale e originale, questo è un piatto che è da sempre in carta e non subisce alcuna flessione essendo amato tanto da chi lo prepara quanto da chi lo ordina.

Grigliate e tagliate (di vitello ma anche di culatello di suino) sono i secondi più apprezzati, semplici ma mai banali negli accostamenti. Assaggiamo la tagliata con porcini rucola e frutti rossi, in cui la dolce acidità dei frutti ben contrasta la dolcezza della carne e il sapore dei porcini. Siamo deliziati davanti alla tagliata con noci e verdure, un piatto originale, succulento e perfettamente eseguito.
Assolutamente da provare il cannolo siciliano rivisitato e destrutturato dallo chef, una profumata crema di ricotta vaccina, ricca di canditi e gocce di cioccolato trova il suo giusto completamento nella crocantissima sfoglia preparata secondo la ricetta siciliana.
Non vi offendete se leggete sul menù "Meno siamo meglio stiamo", Luigi Ammirati e sua moglie, due persone davvero squisite, vi accolgono come se foste a casa loro e quando agli ospiti ci tieni sembra giusto e doveroso dedicargli lo spazio e l'attenzione che meritano.
 
La taverna degli ammirati
Via Isonzo, 16
87012 Castrovillari (CS)
Tel. 098122131 – Cell 3408399150
e-mail: lui.ammi@gmail.comTORANTE LA TEVERNA D

 
Reazioni:
Categories:

Meno siamo meglio stiamo alla Taverna degli ammirati a Castrovillari

Cocò 2015-05-15 Media Voti 5,0 su: 1

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!