2016-03-25

Piatto con decoro uva Ceramiche Maroso
Che cavolo mangio a Pasqua? La domanda sorge spontanea visto che sempre in più demonizzano le carni tipiche di questa festività e sempre più, per fortuna, è l'attenzione alla sana alimentazione. Allora credo si possano realizzare piatti di festa sani e anche vegetariani per non offendere la sensibilità di nessuno portando a tavola oltre che il piacere anche il sorriso di aver agito correttamente per sé stessi e per gli altri.
Che cavolo mangio? è anche il titolo di un bellissimo libro di Sarah Tibs edito da Tecniche NuoveLa cucina preventiva porta in tavola il sorriso è il sottotitolo che annuncia il contenuto del libro che vi assicuro dà più di quel che promette. 
Il libro è un invito a cambiare gradualmente le proprie abitudini alimentari in adesione ai dettami del Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro. Nella prima parte di esso ci s'interroga su cosa mangiamo, viene spiegata la capacità degli alimenti, precisamente dei loro componenti, di creare sinergie a favore o a sfavore dello stato di buona salute. Nella seconda parte del libro dopo aver ricevuto tutte le utili indicazioni su come riallestire la nostra dispensa ci vengono proposte le ricette in modo che gli alimenti in esse contenute possano creare quelle sinergie a favore dello stato di buona salute. 
Io il libro, davvero gradevole e accattivante, me lo sto ancora studiando, intanto però ho preso in parola il "cavolo" del titolo che si sà le crucifere sono ricche di sostanze antitumorali e per la Pasqua, che quest'anno è decisamente prestino, vorrei proporvi delle gustosissime crepes con cavolo verza  e provola piccante, con una nota di acciuga nella salsa d'accompagno. Una ricetta davvero chic e gustosa che non prevede l'uso di carni né fresche né conservate.
Crepes del cavolo
Ingredienti per 4- 6 persone
Per la base:
3 uova
3 cucchiai di farina
100 ml di latte
sale e pepe q.b
Per la farcia:
1 cavolo verza
olio extravergine d'oliva
1 spicchio d'aglio
1 cucchiaio di capperi
200 g di provola piccante
olio extravergine d'oliva
1 noce di burro
2 acciughe
250 ml di panna
sale e pepe
Preparare la pastella con uova, latte, farina sale e pepe, lasciarla riposare mezz'ora. Con la pastella preparata realizzare poi delle crepes sottili versando un mestolino per volta in una padella unta (a seconda delle dimensioni della padella vi verranno crepes più o meno grandi).
Intanto tagliare a striscioline un cavolo verza, ben pulito e cuocerlo in padella con aglio e olio, aggiungere un cucchiaio di capperi e portare a cottura con acqua, salare e pepare.
Farcire le crepes con la verza e unire un bastoncino di provola per ognuna. Arrotolare le crepes e tagliarle in sezioni di 5 cm circa. Dorarle in forno con una noce di burro, il tempo che il formaggio ceda.  In un tegame sciogliere due acciughe con un filo d'olio, unire la panna e formare una cremina con la quale servire le crepes.

Buona Pasqua prima che dimentichi.
Reazioni:

Che cavolo mangio a Pasqua?

Cocò 2016-03-25 Media Voti 5,0 su: 1

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!