2007-06-08




Sicuramente leggendo il titolo del post e vedendo la foto avrete pensato ma sarà impazzita CoCo che ci presenta un panino? Si sarà stancata di cucinare?
La motivazione, per chi ancora non ne fosse al corrente, è tutta
qui.
Sta storia della gara del Panino mi ha presa particolarmente, tanto da mettermi a sperimentare in questi giorni tante varianti, naturalmente con i prodotti che avevo in casa o con quelli, per me, di più facile reperibilità.
Questo piccolo esperimento mi ha fatto notare che in fondo la mia è una dispensa bella assortita e che ricavare dei bocconcini appetitosi con quanto avevo sottomano non è stato poi così difficile:
la ricetta che propongo non l’ho inventata io, l’ho solo adattata dopo averla trovata nel libro Picnic di Isabel Brancq-Lepage allegato a Sale & Pepe di giugno.


L’ho scelta perché il pane alle noci è il mio preferito e devo dire che lo preparo spesso, dato che dalle mie parti è impossibile reperirlo e, dal momento che quasi sempre lo accosto ai formaggi, questa mi è sembrata una valida e gustosa alternativa.
Mi sembra un omaggio alla terra che mi ha ospitato per ben cinque anni l’Emilia e della quale tengo sempre in casa una scorta di eccellenti prodotti alimentari.
Una volta preparati i panini con la ricetta del pane alle noci che segue, li dividiamo in orizzontale e ne spalmiamo ciascuna metà con una conserva di cipolle di Tropea al balsamico (io ho usato quella che preparo io).
Adagiamo poi sopra la metà inferiore due fettine di coppa di Parma alcune scaglie di Parmigiano Reggiano delle vacche rosse (vi assicuro eccezionale) e qualche foglia di valeriana (o radicchio selvatico o rucola o quello che più vi piace), copriamo con l’altra metà ed ecco il nostro panino gourmet.



Pane alle noci



Ingredienti:
300 g di farina di grano terero tipo 00
100 g di farina integrale
15 g di lievito di birra
250 ml di acqua
un cucchiaino di olio extravergine d’oliva
5 g di sale
80 g di noci.
Sciogliamo il lievito nell’acqua tiepida poi impastiamo tutti gli ingredienti (noci escluse) e lasciamo lievitare per un paio d’ore. Poi sgonfiamo la pasta lavorandola con le dita, aggiungiamo le noci tritate e formiamo 6 pagnottelle (o 12 se le vogliamo mignon) che disporremo su una teglia leggermente unta. Lasciamo lievitare ancora e poi inforniamo in forno caldo, ponendo nella parte bassa dello stesso una ciotola piena d’acqua, per mantenere il giusto grado di umidità.

Altra alternativa per utilizzare il pane alle noci, già sperimentata? Spalmare le due metà del panino con un buon formaggio tenero (io ho usato stracchino), adagiarvi sopra una fetta di speck e poi qualche fogliolina di rucola o valeriana. Un panino freschissimo.
Reazioni:

Il panino gourmet

Cocò 2007-06-08 Media Voti 5,0 su: 1

3 commenti:

Dolcetto ha detto...

Io adoro il pane alle noci! E' buonissimo!

CoCo ha detto...

utilizzo la stessa ricetta per il pane al sesamo, non aggiungo le noci e prima di infornare cospargo le pagnottelle di sesamo, anche quello è delizioso

Marco La Fiura ha detto...

Vi segnaliamo un articolo pubblicato intitolato "Il panino gourmet", pubblicato di recente su www.proiezione.net (rivista di cultura di A.I.A.F.- AsoloArtFilmFestival.

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!