2008-10-20

Cosa avete fatto nel fine settimana? Io tantissime cose, sono stata nei boschi per castagne, ho pulito casa, sono stata fuori con amici, ho preparato qualche dolcino ed ho impastato tanto...Si diciamo che tra venerdì, sabato e domenica Fernando mi ha beccato spesso con le mani in pasta. In effetti un motivo c'è. In settimana mi è arrivato un bell'ordine da Plurimix-point e, insieme a tante cosine simpatiche di cui avrò certamente modo di parlarvi in seguito, c'erano le loro farine biologiche. Pensate che, come mi spiegava la sig.ra Rosa Maria, loro di Plurimix per essere sicuri della qualità delle loro farine scelgono i grani direttamente dai produttori e poi producono e confezionano le farine loro stessi, una vera garanzia di qualità! Solo che poichè non tutte le farine sono uguali ho deciso di prendere confidenza con loro ed ho iniziato i miei esperimenti con la Manitoba utilizzandola per un impasto che conosco bene: la pizza. La manitoba è una farina "di forza", detta anche americana perchè prodotta con grano coltivato in Canada, da ottimi risultati in impasti a lunga lievitazione (brioches, panettoni, ciabatte) e come rinforzante di farine deboli per pizze ed altri impasti lievitati. Dopo due tentativi ho trovato la combinazione che cercavo e siccome non potevamo cenare per l'ennesima volta a pizza, ne ho fatto delle mini pizzette che abbiamo golosamente fatto fuori nel tardo pomeriggio di sabato, con un cocktel, guardando un film.
Per 12-14 pizzette:
75 g di Manitoba
175 g di farina di grano tenero 00
1 noce abbondante di lievito naturale o biga ottenuta a partire dal lievito di birra come spegavo qui
150 ml c.a. di acqua tiepida
1 cucchiaino di sale
1 puntina di zucchero
1 cucchiaio di olio
Per farcire:
passata di pomodoro
mozzarella
capperi
acciughe
prosciutto cotto
origano
olio extravergine d'oliva
Prepariamo l'impasto lavorando energicamente le farine con l'acqua, il lievito, l'olio, il sale e lo zucchero, lasciamola lievitare a lungo anche 3-4 ore in una ciotola coperta con un foglio di pellicola. Poi ricaniamone delle palline e disponiamole schiacciate a mò di pizzetta sulla teglia unta. Versiamo sopra ognuna la passata di pomodoro, un filo d'olio, la mozzarella e poi a scelta il prosciutto oppure i capperi e le acciughe. Inforniamo in forno caldissimo finchè le pizzette risulteranno dorate sopra e sotto. I gusti possono essere infiniti io ho preparato questi due semplicissimi ma non poniamo limiti alla fantasia.
Reazioni:
Categories:

Ancora impasti: pizzettine da aperitivo

Cocò 2008-10-20 Media Voti 5,0 su: 1

26 commenti:

Micaela ha detto...

buone le pizzette, le mie preferite!!! altro che aperitivo io ci pranzerei!

Dida70 ha detto...

Deliziose, cara Cocò!
Davvero stuzzicanti e poi, non mi stancherò mai di dirtelo, con gli ottimi prodotti che usi tu ogni piatto acquista un valore aggiunto!
bacioni
dida

Le mie Ricette ha detto...

Innanzi tutto complimenti per il tuo blog!
Mi hai chiesto del perché abbia scelto il tuo stesso nome per il mio blog (anche se il mio ufficiale su cui ti invito è un altro http://messagginbottiglia.wordpress.com).
Innanzi tutto ti dico che il dominio "pepe-e-sale" lo avevo scelto prima ancora di decidere di destinare quel blog a "ricettario", dopo vari tentativi pepe-e-sale era il primo che ho beccato libero!
Il nome Sale e Pepe Quanto Basta l'ho scelto quando ho iniziato ad utilizzare quello spazio come "archivio ricette" (anche queste trasferite sull'attuale blog) ed il motivo è stato semplice:
quando ero piccola mia madre mi disse "vedi questa sigla 'q.b.'? Magari tutte sapessero che significa Quanto Basta!"
Da allora per me "sale e pepe quanto basta" è sinonimo di persona che segue una ricetta in modo intelligente e consapevole! :)
Soddisfatta la tua curisità?
passa a trovarmi quando vuoi e ancora complimenti per il tuo curatissimo blog!
:)

eva85 ha detto...

ciao!!!volevo sapere se è possibile usare il lievito di birra e se sì la quantità...grazie in anticipo e complimentoni!!!!

nino ha detto...

Ma che belle pizzette, proprio ieri ho fatto la classica focaccia barese, con farina, patate e come guarnizione, pomodorini e olive, fatta a lievitazione lenta.
Ti avevo scritto, per chiederti lumi su SILICOMARK avendo ricevuto la stessa tua proposta, ma poi qualcuna, mi disse, che le ricette pubblicate sul loro sito, diventavano di loro proprietà, ho scritto chiedendo spiegazioni, ma non hoavuto risposta.
CIAOOOOOOO

Cuocapercaso ha detto...

Mani in pastissima direi...anche io compro spesso dalla Plurimix ... mi trovo molto bene...
ottime pizzette! ;-)
ciao
Grazia

Roxy ha detto...

Buone le pizzettine...potrei mangiarne un intero vassoio....baci
p.s. ti ho mandato via mail la ricetta del pds alle pere...

CoCò ha detto...

@Bè Micaela in grandi dosi anch'io ci pranzerei
@Dida70 la qualità dei prodotti è la base della buona cucina
@Le mie ricette è la mia stessa filosofia applicata ad ogni campo della vista oltre che in cucina la giusta misura nè troppo nè troppo poco
@Eva 85 certo che puoi usarlo bastano 3-4 g ovvere 1/8 di un cubetto di lievito fresco
@Nino buona la focaccia barese, per Silikomart non so di questo particolare anche perchè una mia ricetta inserita nel sito alla fine riporta la dicitura ricetta in collaborazione con ed il nome del sito, per cui nessun problema poi le teglie sono veramente ottime
@Cuocapercaso Ehi! Scrittrice ho visto il video di Perugia altro che il mio week end ad impastare
@Roxy grazie per la ricetta spero di farla presto sembra deliziosa

eva85 ha detto...

ma và bene se lo uso al posto della biga??cioè...posso usare solo il lievito senza fare la biga???grazie...

CoCò ha detto...

@Eva85 si che puoi sciogli il lievito nell'acqua tiepida e procedi normalmente

eva85 ha detto...

grazie mille!!!!proverò al più presto...

velia ha detto...

Sono troppo belle...le vedo proprio bene come cicchetti al mio locale. Copioooo....

CoCò ha detto...

@Eva85 aspetto l'esito
@Velia copia copia pure è un onore

eva85 ha detto...

Ciao...premesso chele pizzette ancora non le ho prvate...mi sono decisa a farle per domani ;-) ma volevo chiederti l'ambiente della prima e seconda lievitazione...cioè durante la lievitazione della biga, devo metterla in frigo o a temperatura ambiente tipo chiusa nel forno?inoltre volevo sapere se potevo preparare la pasta e poi congelarla per farla direttamente domani sera...e nel caso, devo congelarla prima della lievitazione o dopo?grazie in anticipo...eva

CoCò ha detto...

@Eva85 Lievitazione a ttemperatura ambiente lontano da correnti d'aria quindi benissimo il forno, se la pasta ti serve per domani, evita di congelare puoi prepararla stasera lasciarla un'oretta a lievitare e poi in frigorifero dove la lievitazione continuerà lentamente poi la levi dal frigo un'oretta e mezza prima e la rimpasti con le mani per dare calore penso ti troverai bene

eva85 ha detto...

ti spiego il mio problema...l'impasto devo farlo a casa mia e poi portarlo e cuocerlo a casa del boy (ehhhh san valentino impera!) verso le 20...per questo non sò come fare?!grazie x il tuo aiuto...aspetto risposte...
eva

eva85 ha detto...

nel frattempo che aspetto la tua risposta ho fatto la biga...ma sono piuttosto perplessa...è venuta appiccicosissima e dalla consistenza liquiduccia ecco...non è proprio un panettino come vedo nelle altre ricette...non è che ho sbagliato qualcosa??

eva85 ha detto...

ho messo a lievitare la biga nel forno chiuso alle 22...stamattina ha una aspetto appiccicossimo e bollicioso,ma non è aumentata di volume...ma và bene??è la prima volta che faccio la biga...ho pensato i portarla così dal mio ragazzo e impastare il resto lì, oppure impastarla a casa portarla lì mentre lievita...ma fino a quando mi resta attiva la biga?se la impasto alle 17 và bene comunque??paurrrraaaaaaaa

eva85 ha detto...

ok...le ho fatte...erano buonissime!!molto meglio di quelle del bar...nonostante tutti i casini, tipo la biga l'ho usata dopo 16 ore, ho aggiunto più farina perchè era troppo appiccicoso e gli ho fatto fare un viaggetto in macchina durante la lievitazione...davvero divine!!!grazie mille e scusami la rottura!
eva

CoCò ha detto...

@Eva85 mannaggia sono arrivata in ritardo per le tue risposte, la biga doveva essere proprio di quella consistenza lì e comunque mi pare che l'impresa sia finita bene, some si dice tutto bene quel che finisce bene sonocontenta di darti risposte ai tuoi dubbi ma il fine settimana è difficile che sia on line io

eva85 ha detto...

ma figurati,anzi grazie per la pazienza!! solo devo capire alcune cose...la dose della biga-poolish che tu riporti và usata tutta?una lievitazione di 16ore può andare bene?poi...io il giorno dopo ho aggiunto più farina di quella che indichi tu ma non capisco perchè?!?un bacione...e grazie mille davvero!!!baci
eva

CoCò ha detto...

@Eva85 certo la usi tutta e le ore di lievitazione vanno bene da 12 a 16-18 dipende pure dalla temperatura d'estate va tenuta meno
perchè tu abbia aggiunto piuù farina non so la prossima volta metti giusto di farina e trattieni eventualmente un po' d'acqua dall'impasto, ti regoli ad occhio poi

eva85 ha detto...

Ciao!sono sempre la solita rompiscatole...volevo dirti che ho rifatto le pizzette e ho provato a fare come mi hai detto tu...mi sono regolata con l'acqua...e ne è avanzata circa 100 ml...l'impasto non venuto affatto bene,mentre cercavo di stenderlo si ritirava e il sapore era completamente diverso...inoltre ne sono venute la metà rispetto alla volta scorsa eppure i tempi di lievitazione erano gli stessi...volevo poi fare la focaccia morbida ma ho notato che usi la stessa biga e ho paura che faccia la stessa storia...il punto è che ella ricetta della focaccia tu pali di una biga che risulti un panetto lievitato,mentre a me viene un liquido denso e bollicioso(dopo al lievitazione) ma che non cresce assolutamente!! Scusa per questa rottura ma ci tengo a capirci un attimino di più anche perchè adoro le tue ricette e mi piacerebbe rifarle...attendo risposte...grazie in anticipo...
eva

CoCò ha detto...

@Eva Eva cosa mi combini? Che l'impasto ti abbia dato difficoltà a stenderlo posso pure capirlo, bastava lasciarlo un po' stare e poi ritornare a stenderlo ma che abbia avuto un sapore completamente diverso non mi è affatto chiaro, poi la biga è quella se dico panetto scusami ma comunque è quell'impasto molle e gonfio che è uscito pure a te. Comunque se non vuoi correre rischi e fare una focaccia semplice nell'impasto e di grande effetto fai quest'altra http://www.saleepepequantobasta.com/search?q=focaccine senza spezie ovviamente, se riversi tutto in una teglia va benissimo una 30-40 quelle grandi rettangolari o la leccarda del forno, se hai domande stamattina ti rispondo ciao

eva85 ha detto...

Ciao!!grazie per la pazienza...sò di essere rompiscatole!! ;-) ma l'altra volta vennero così buoneeeeeeee...anche stavolta son venute buone eh,ma la consistenza era diversa erano meno panose(intendevo questo per sapore diverso,ma effettivamente mi sono espressa male!!)...la mia biga poi non gonfia più di tanto...e mi pare strano che l'impasto prenda solo 50 g di acqua su 150!!!il fatto è che è lievitato la metà della voltascorsa...sebbene l'bbia lasciato per 4 ore!!! forse mi conviene aggiungere tutta l'acqua e riaggiungere la farina come la scorsa volta...???...grazie mille,dico davvero,per la pazienza...le tue ricette mi piacciono da morire!!!un abbraccio
eva

CoCò ha detto...

@Eva mi dispiace non poter essere più chiara gli impasti per capirli bisogna maneggiarli, a volte dipende dalla forza della farina impiegata, dall'acqua utilizzata, dalla temperatura, se tu fossi qui mi offrirei per prepararle insieme così posso solo dirti riprova e trova la tua giusta formula

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!