2010-11-29

Ammetto che se sento dire Persia la mia fantasia vola lontano alle fiabe di quando ero bimba, principesse, odalische coperte di veli, storie da Mille e una notte. Tutto sembra così lontano dall'odierna regione dell'Iran eppure quella era l'antica Persia, una terra ricca di tradizioni anche a tavola come ho potuto apprendere da La cucina persiana il libro di Chiara Riccarand edito da Ponte alle Grazie nella collana Il lettore goloso. Da buona lettrice golosa mi sono fatta rapire da questo affascinante libro in cui si racconta la tavola delle antica tradizione classica senza dimenticare la cucina dell'odierno Iran che racchiude in sè secoli di storia. Una cucina raffinata, complessa, non eccessivamente speziata, che predilige cotture semplici in modo da esaltaree il valore e le caratteristiche di ogni singolo ingrediente. Ho voluto ovviamente provare anch'io una delle ricette proposte dal volume e la mia scelta è caduta su un piatto a base di riso.
L'utilizzo del riso nella Persia antica pare si debba a Dario il Grande che nel XVI secolo ne introdusse la coltivazione, oggi è uno degli alimenti più consumati dagli iraniani che lo abbinano a tantissime pietanze. Certo anche le varietà impiegate sono tante ed il più facile da reperire qui da noi è il basmati, prima di cucinarlo va lavato e fatto riposare in acqua tiepida salata per qualche ora.
Kalam polo (Riso con cavolo)
Ingredienti per 4 persone:
500 g di riso basmati
1 kg di cavolo cappuccio
olio
1 cipolla grossa
450 g di carne di manzo o agnello a dadini
1 cucchiaio di curcuma
1 cucchiaino raso di cannella
2 cucchiai di passata di pomodoro concentrata
sale e pepe
Affettate sottilmente il cavolo e fatelo appassire in un tegame con sufficiente olio. A parte soffriggete la cipolla affettata fnemente, unite la carne e quando sarà insaporita e avrà cambiato colore unite il cavolo, salate e speziate. Coprite con acqua calda e cuocete lentamente a fiamma bassissima con il coperchio finché la carne non è cotta. Nel frattempo lessate il riso a metà cottura. Poi disponete  in un tegame dal bordo alto uno strato di riso su un fondo d'olio, uno di carne e cavolo, poi ancora riso. Alternate gli ingredienti completando con uno strato di riso. Coprite il tegame e continuate la cottura a vapore per 40 minuti circa irrorando con un po' d'acqua se il riso dovesse seccarsi.
Note italiane: io ho usato carne di tacchino (quella avevo disponibile) e una volta preparato il tegame l'ho messo in forno coperto continuando lì la cottura. Comunque sia è un piatto fantastico che rifarò anche con altri tipi di carne e verdura.
Reazioni:

Il Kalam polo persiano

Cocò 2010-11-29 Media Voti 5,0 su: 1

6 commenti:

angicock ha detto...

Da preparare sicuramente.
Complimenti e buona settimana

CoCò ha detto...

@Agicock buona settimana anche a te

meggY ha detto...

Che meraviglia..un riso profumato e stagionale, adoro i cavoli in generale e questa preparazione è davvero golosa!
Grazie per aver citato il libro, chi di noi non è restata stregata da Le mille e una notte?
:)
Baci e buona settimana

Mirtilla ha detto...

la cucina etnica e'una mia passione,mi riprometto di fare sicuramente questo piatto :)

terry ha detto...

La collana di questi libri mi piace un sacco....ho quello sulla cucina moresca per esempio....stupendo! questo lo segno anche perchè la cucina persiana mi ha affascinato dopo aver letto il romanzo caffè Babilonia! se non l'hai letto te lo consiglio! :)

CoCò ha detto...

E' fatta bene la collana ma non ho il volume sulla cucina moresca e purtroppo non ho letto, ma sono sicura che lo farò presto, Caffè Babilonia, ti ringrazio del suggerimento

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!