2011-01-10

Trascorse le feste qualche chilo di troppo risponde all'appello, immagino che la conseguenza sia TUTTI a Dieta! Ma se passate di qua per ricette light avete sbagliato indirizzo, è più forte di me io non riesco a postare le minestrine sciape sul blog, sarà che neppure le mangio le minestre se sono insipide ma proprio non mi viene. Quando io preparo una minestra ci metto dentro tutta me stessa e alla fine è più saporita di un piatto di lasagne tant'è che anche mio marito va pazzo per i miei passati di verdura. Ma chi viene su Sale e Pepe quanto basta vuole cose nuove da preparare magari in un giorno di festa, da condividere con gli altri e il mio consiglio, che poi è sempre lo stesso, è quello di non penalizzare il gusto ma di diminuire le dosi di quel che mangiamo. Posta questa premessa se la mortadella panata vi sembra un eccesso seppur sgrassata dal contorno di verze marinate, proponetela come finger food magari su un piccolo cucchiaio di porcellana un solo pezzetto di mortadella su una manciatina di verze, ma provatela vi prego! La mortadella utilizzata è sempre la Blu di Felsineo, le verze quelle dell'orto del babbo.
Ingredienti per 4 persone:
250 g di mortadella
2 uova
4 cucchiai di farina
4 cucchiaiate di pangrattato
1 verza
1 limone
sale e pepe
olio extravergine d'oliva
aceto balsamico
Pulire la verza e tagliarla a listerelle sottili, cospargere con un po' di sale e lasciare marinare in una ciotola per 3 ore circa. Trascorso il tempo strizzare la verdura che avrà perso l'acqua di vegetazione, condirla con il succo del limone, 4 cucchiai di olio e 1 cucchiaio di aceto balsamico.
Tagliare la mortadella in otto pezzi, cubotti o triangolini, passarla nella farina poi nell'uovo battuto con sale e pepe e infine nel pangrattato. Friggere in abbondante olio fino a doratura e servire con le verze marinate.
Reazioni:

Mortadella panata con verze marinate

Cocò 2011-01-10 Media Voti 5,0 su: 1

9 commenti:

Strawberryblonde ha detto...

che bontà! Io amo la mortadella, ma non l'ho mai cucinata così. Da provare.

Mirtilla ha detto...

buonissima su quel lettino di verdure :)

Manuela e Silvia ha detto...

Molto strano questo modo di servire la mortadella: ricercato ma gustoso! e perfetta per accompagnare un piatto semplice come la verza!
baci baci

Giusy ha detto...

Ed hai ragione neanche a me piacciono quelle zuppette insipide che ti lasciano un vuoto, ad es. oggi ho fatto il minestrone e non ho saputo resistere, ho aggiunto un pezzettino,ino,ino di lardo! Però ha tutto un altro sapore!!!
Questa mortadella è da svenimento!!

Eleonora ha detto...

molto interessante come ricetta, davvero gustosa, la mortadella così dev'essere una goduria.

CoCò ha detto...

@Strawberryblonde la mortadella è buona in molti modi
@Mirtilla guarda il contrasto tra leggero e grasso c'è
@Manuela e Silvia la verza era giusto per sentirsi meno in colpa mangiando la mortadella fritta
@Giusy hai mai aggiunto al minestrone un bel pezzo di crosta di grana? Una favola
@Eleonora la mortadella è buona sempre ma fritta pure una ciabatta ha qualcosa di particolare

il diabetico goloso ha detto...

me li sto mangiando con gli occhi...
ma se li avessi davanti li mangerei con le mani!
Potrebbe tranquillamente essere considerato "street food" , li vedo bene in un cartoccio di "fritti da passeggio".

Aiuolik ha detto...

Concordo con te, è meglio ridurre le dosi che eliminare il cibo. Poi vabbé se i chili sono veramente troppi allora bisogna usare altri rimedi...però se è solo per i chili natalizi, direi che basta ridurre le dosi e fare un po' di ginnastica!

Kiara ha detto...

Buonissima questa ricettina! Complimenti! Bacione!

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!