2011-11-26

Il Maiorchino è un antichissimo formaggio siciliano, dal sapore deciso e piccante; le prime notizie circa la produzione di questo pecorino si fanno risalire addirittura al 1600 e viene prodotto tuttora secondo tradizione e solo nel periodo che va da febbraio a giugno. A Novara di Sicilia, nel messinese, si ha un vero e proprio culto di questa tipicità tant'è che ancora oggi è protagonista di una gara che si svolge il martedì grasso e che consiste nel far rotolare forme di questo formaggio attraverso le stradine del centro storico del paese per circa due chilometri, si aggiudica la vittoria la squadra che riesce a portare la forma al traguardo con il minor numero di lanci.
Curiosità a parte ho potuto provare questa prelibatezza grazie al certosino lavoro dell'Azienda dipasQuale Formaggi che dal 1950 seleziona i migliori formaggi siciliani per stagionarli nelle antiche grotte naturali dei propri magazzini e rivenderli nella famosa bottega di Corso Italia a Ragusa e, grazie alle moderne tecnologie, anche via internet in un fornitissimo negozio virtuale per i curiosi del cibo che - come me - amano perdersi tra le eccellenze del territorio.
Insomma io del Maiorchino ne ho fatto una sorta di fonduta e l'ho cosparsa copiosamente sul rotolo preparato con l'impasto degli gnocchi di zucca e farcito con speck per poi passare il tutto in forno a formare una golosa crosticina dorata.
Ingredienti per 4 persone:
350 g di polpa di zucca
250 g di patate
160 g di farina
100 g di speck
1 uovo
4 foglie di salvia
sale e pepe
200 g di Maiorchino
100 ml di panna
200 ml di latte
1 tuorlo d'uovo
Tagliare la zucca a tocchetti e stenderli su una teglia rivestita di carta da forno passarli in forno caldo per 20 minuti circa. Lessare le patate e schiacciarle, unire la polpa della zucca anch'essa schiacciata, la farina, l'uovo, un pizzico di sale, pepe e le foglie della salvia sminuzzate. Stendere sulla spianatoia un foglio di carta forno e rovesciarvi sopra l'impasto, stenderlo in un rettangolo e adagiarvi sopra le fette di speck. Arrotolare l'impasto con l'aiuto della carta, formando un salsicciotto. Lessare il salsicciotto avvolto nella carta in acqua salata per 20-25minuti. Preparare intanto la fonduta: grattugiare con la grattugia a fori larghi il Maiorchino, unire la panna, metà del latte e lasciar sciogliere a bagnomaria. Quando risulterà una crema abbastanza densa unire il tuorlo e mescolare subito, poi allungare la preparazione con il restante latte. Tagliare il rotolo a fette, disporre le fette in teglia un poco sovrapposte dopo averne cosparso il fondo con poca della fonduta preparata, nappare generosamente con la restante crema di formaggio e infornare finché la superficie non risulterà ben dorata. Servire gli gnocchi caldi.
Reazioni:

Rotolo di gnocchi di zucca gratinato al Maiorchino

Cocò 2011-11-26 Media Voti 5,0 su: 1

4 commenti:

Calzino ha detto...

gnam!
ma se non trovo il Maiorchino che formaggio credi possa sostituirlo degnamente?

Rosetta ha detto...

Buono e originale, lo terrò presente.
Mandi

MONIA ha detto...

Piatto particolare ed originale,bravissimaaaaaaaa e buona domenica ;-)))

CoCò ha detto...

@Calzino un pecorino di Pienza o un pecorino stagionato in fossa dovrebbero andare benissimo se vuoi replicare il gusto deciso della crema di formaggio da me realizzata
@Rosetta se lo provi fammi sapere
@Monia ti dirò anche senza la gratinatura era ottimo

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!