Cucina, libri, luoghi, moda, lifestyle

2012-09-04

Voglia di ripartire...con una tortiera di mediterranee alici


Alici mediterranee
Tessuti Busatti, piatto piano decoro Dammusi Ceramiche De Simone

Ed eccomi qua dopo quasi un mese di mare ho già voglia di ripartire ma credetemi la colpa non è mia, è che sono letteralmente rapita da Gamberi e Gomene, uno splendido volume pubblicato da Priuli & Verlucca che mi ha accompagnato in questi ultimi giorni di vacanza alla scoperta delle piccole isole italiane attraverso le suggestive fotografie di Adriano Bacchella e le invitanti ricette raccolte da Gabriele Isaia.
Un diario, un album di emozioni e di ricordi (come lo definisce Bacchella) che mi ha messo addosso una irresistibile voglia di partire per scoprire qualcuna delle isole "minori" e i tesori che si possono degustare una volta che le gomene hanno ancorato la nave alla banchina. Tanto pesce ma anche capperi, fichi e altre golosità che la terra generosamente elargisce agli abitanti di questi piccoli e meravigliosi mondi emersi catturati dai magistrali scatti del fotografo.
Siccome di ripartire fisicamente per il momento non se ne parla riparto idealmente iniziando a postare nuove ricette. Oggi un piatto che parla di mare e di terra, come di mare e terra sono fatte le regioni più a sud.

Tortiera di alici saporite
Ingredienti per 4 persone:
500 g di alici
4 patate medie
2 zucchine
8-10 pomodorini
origano
basilico
menta
salvia
timo
maggiorana
rosmarino
3 cucchiai di pangrattato
2 cucchiai di pecorino grattugiato
sale e pepe
Pulire le alici lasciandole intere. Lessare per 15 minuti circa le patate poi pelarle e affettarle a mezzo centimetro di spessore. Mescolare pangrattato pecorino ed erbette aromatiche tritate finemente. Oleare il fondo di una capace teglia cospargerlo di pangrattato e formaggio adagiarvi sopra le patate in un solo strato. Sistemare sopra le zucchine a rondelle e i pomodorini a metà. Cospargere di nuovo con il composto di pangrattato ed infornare per 10 minuti. Aggiungere le alici ben distese cospargere con il restante pangrattato e infornare di nuovo fino a doratura. Non metto le alici subito in teglia per permettere alle verdure di cuocere senza che  pesci diventino troppo secchi.
*Ho utilizzato per la ricetta Pecorino Romano DOP Brunelli
 
 

1 commento:

Nelly ha detto...

I libri di cucina riescono sempre ad affascinarci e a influenzarci!! :)
Dev'essere bello questo libro, magari troverò il modo di sfogliarlo! :)
Buon inizio settembre!!