2013-09-25

Piatti e ciotole  in foglia di palma, posate in legno di betulla, bicchieri acqua in plastica trasparente e tovaglioli in pura ovatta di cellulosa Ecobioshopping
E' con immenso piacere che scrivo il post di oggi, perché nel realizzare la ricetta e l'allestimento mi sono davvero tanto tanto divertita. 
La vendemmia a casa mia è un rito e come ogni rito merita di essere celebrato, trattandosi di un rito che magnifica la natura e la sua ricchezza ho voluto per l'occasione realizzare una ricetta che fosse estremamente rispettosa dell'ambiente e della natura, un piatto a base di prodotti biologici ECOR  boulgur di grano duro integrale, uvetta sultaninaroveja, un legume antico ritrovato. Ho aggiunto melanzana, una manciata di pinoli e un po' di zafferano per rendere il piatto una vera prelibatezza.
Non avrei potuto che scegliere piatti e ciotole in foglia di palma, posate in legno di betulla, bicchieri acqua in plastica trasparente e tovaglioli in pura ovatta di cellulosa Ecobioshopping per portare in tavola tanta naturale delizia. Ho arricchito la tavola con foglie, fiori e frutti di stagione ed ecco il risultato.
E siccome la vendemmia parla già d'autunno e in questo post i colori sono quelli della stagione in corso ho pensato di partecipare con questa mia creazione al contest ATMOSFERE D'AUTUNNO INSIEME A COINCASA indetto da La Cucina Italiana per noi bloggers Special Ambassador.
Ma ora la ricetta di Boulgur e roveja della vendemmia
Ingredienti per 4 persone:
200 g di boulgur integrale
150 g di roveja
1 grossa melanzana violetta
1/2 cipolla bionda
2 cucchiai di pinoli tostati
2 cucchiai di uvetta sultanina
1 bustina di zafferano in polvere
olio extravergine d'oliva
sale e pepe nero q.b.
Ammollare e cuocere la roveja secondo le istruzioni. Spuntare la melanzana e ridurla a cubetti. Versare un fondo d'olio in padella e rosolarvi la cipolla tritata fine e la melanzana, unire la roveja, salare e pepare. Aggiungere al condimento l'uvetta rinvenuta in acqua bollente. Gonfiare il boulgur in acqua bollente salata e colorata con lo zafferano, aggiungere un filo d'olio e sgranare con una forchetta. Amalgamare al boulgur il condimento preparato e aggiungere i pinoli tostati a parte.
In abbinamento con questo piatto un calice di Pinot Grigio Castello di Porcìa, un vino fruttato, elegante, armonico, con sentori di pera che ho trovato perfetto con la roveja e il fondo a base di cipolla e uvetta.
Reazioni:
Categories: ,

Tra boulgur e roveja la mia vendemmia ecologica

Cocò 2013-09-25 Media Voti 5,0 su: 1

3 commenti:

I SOGNI DI CLAUDETTE ha detto...

tutto molto originale....brava
ciao ciao da claudette

CoCò ha detto...

Claudette grazie per la visita ed il commento sono davvero felice che tu mi dica questo

Anonimo ha detto...

Davvero bella la preparazione del tavolo e la ricetta interessante. Brava!

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!