2014-12-22

Piatti ISI Milano
Natale è ormai arrivato e non può mancare sulla tavola di festa qualche piatto a base di pesce e qualche eccellenza italiana, così come sotto l'albero qualche buon libro. Mi raccomando però attenzione alle truffe che in questo periodo si moltiplicano soprattutto nel settore agroalimentare, dove la crescita della richiesta dei soliti noti prodotti spinge produttori e rivenditori senza coscienza ad approfittare del consumatore propinando una cosa per un'altra a prezzi esorbitanti o peggio ancora prodotti avariati o contraffatti. Ricordatevi sempre che solo la conoscenza vi permetterà di essere liberi e non farvi ingannare dalle tristi e spesso incomprensibili logiche di mercato.
E' la conoscenza che fa la differenza anche e soprattutto a tavola e se non sapete da dove iniziare, se anche fare la spesa vi spaventa perché vi sentite disorientati davanti ad un'offerta sempre più vasta, meno chiara e spesso di infima qualità affidatevi a Beppe Bigazzi ed al suo ultimo libro da me appena citato.
La conoscenza fa la differenza  pubblicato da Giunti è il manuale che ci voleva per barcamenarsi e orientarsi in modo corretto nelle scelte alimentari. Imparare a scegliere i prodotti giusti con l'aiuto e la guida del grande Beppe Bigazzi sarà come compiere un viaggio attraverso l'Italia alla scoperta di sapori e produttori di eccellenze e servirà soprattutto a vivere meglio. Grande intenditore del cibo Bigazzi, il più grande gastronomo vivente di casa nostra, in questo ennesimo e fortunato libro ci offre un saggio della sua sapienza con racconti di vita, ricette e suggerimenti preziosi per scegliere il meglio senza mai dimenticare quanta fortuna abbiamo avuto a nascere in Italia.
Certamente fortunati ci sentiremo sfogliando le pagine di I Love Eataly di Rizzoli. Creato e studiato dalla squadra di chef di Eataly di New York, il tempio della cucina italiana più amato e frequentato della Grande Mela. Un libro documento -  con introduzione di Oscar Farinetti, prefazioni di Joe Bastianich, Lidia Bastianich, Mario Batali, Adam e Alex Saper - da regalare, sfogliare, amare e custodire con orgoglio e gelosia quale prova documentale della grandezza del buon cibo italiano ai nostri giorni. Quasi un'enciclopedia in cui sono spiegati e illustrati in modo dettagliato i migliori prodotti italiani, selezionati, venduti e utilizzati presso Eataly. Oltre cento le ricette del libro per interpretare grandi classici italiani in chiave contemporanea. Un libro anche questo che non può e non deve mancare sotto l'albero.
Guardare al nuovo senza mai scordare le nostre origini...e tutto iniziò da Artusi e il suo La Scienza in cucina e l'arte di mangiar bene. Natura e cultura indissolubilmente legate nel mutare delle stagioni e nel pieno rispetto dell'alternanza e della varietà delle pietanze, questa la summa del manuale di cucina italiana più famoso e letto. Un modo originale per avere l'Artusi sempre al fianco senza mai dimenticare i suoi insegnamenti lo troviamo in Artusi 2015 l'agenda libro per il nuovo anno pubblicata da Sarnus. Molto più di un'agenda, una ricetta al giorno per vivere in maniera positiva il pranzo e la cena per tutto il nuovo anno imparando a nutrirci meglio e più consapevolmente guardando alle origini.
Ma prima di passare al nuovo anno godiamoci il Natale, le sue tradizioni, i ricordi, i miti, la storia, le curiosità e le dolci ricette che lo caratterizzano insieme a Barbara Lombardi Santoro e il suo prezioso Natale in Famiglia. Una riedizione richiestissima, pubblicata da Sarnus, modificata e arricchita del già grande successo Il Natale di Barbara. Dedicato a mamme, nonne e maestre che vogliono preparare un Natale speciale per i loro cari. Un libro bello da leggere, regalare o ricevere in dono durante queste festività perché diventi un po' anch'esso tradizione di famiglia. Non posso non immaginarlo anno dopo anno al mio fianco e poi al fianco dei miei figli, con le pagine sempre più lise e consunte con qualche tradizione in più che si aggiunge a quelle già nostre.
Forte dell'esperienza maturata nel tempo e dei preziosi consigli acquisiti anche attraverso i libri che vi ho oggi proposto vi lascio la ricetta della mia tartare natalizia, che non è di tonno per le ragioni che vi dicevo in apertura, perché fareste male a voi, all'ambiente e anche al portafoglio ma di palamito (il parente povero e più gustoso del tonno) se ancora lo trovate o anche di semplice sgombro.
Ho impreziosito la tartare con il succo delle arance di cui è ricca la mia terra, del buon olio, olive taggiasche e i rinomati capperi di Pantelleria, oggi facilmente reperibili anche sul web nel negozio e-commerce della Cooperativa dei produttori di Capperi di Pantelleria, prodotto di qualità certificata dal marchio comunitario IGP.
Tartare mediterranea
Ingredienti per 4 persone:
400 g di filetto di palamito o di sgombro
1 arancia
sale
pepe
olio extravergine d'oliva
2 cucchiai di olive taggiasche
1 cucchiaio di capperi di Pantelleria

Tritare il pesce con un coltello e condirlo con scorza di arancia, il succo, sale, pepe, olio. Aggiungere capperi e olive.Lasciar riposare in frigo per un'oretta. Suddividere la polpa di pesce nei piatti dandogli la forma con un coppapasta. Infornare la tartare in forno caldo e spento per non più di due minuti, guarnire con olive e fette d'arancia e servire con un calice di Blanc de blanc Dorigo Wines, prodotto con metodo classico da uve Chardonnay.
Reazioni:

La tartare di Natale

Cocò 2014-12-22 Media Voti 5,0 su: 1

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!