2015-09-04

Tessuto Busatti, barattolo Weck MCM Emballages
Inutile negarlo le mode prendono piede ed assorbono anche i più reticenti. Anche la tavola e la cucina hanno le loro tendenze e quando si tratta di tendenze che fanno bene oltre che all'occhio anche alla salute ed al portafoglio ben vengano davvero. 
Da qualche anno non si fa che parlare di orti sul balcone o sul terrazzo, una moda indubbiamente quella di sostituire ai fiori gli ortaggi e le erbe aromatiche ma una moda che può davvero farci molto bene se pensiamo che possiamo scegliere di coltivare in modo biologico le nostre piantine riuscendo a ricavarne anche genuini ingredienti per le nostre ricette.

Pomodori da terrazzo di Antonella Mariotti e Chiara Priante per Blu Edizioni insegna a coltivare l'orto sul balcone di casa. Il manuale perfetto per chi desidera trasformare il proprio balconcino in un orto generoso. S parte dalla base, da come organizzare gli spazi a come alternare gli ortaggi e i raccolti. Le autrici del manuale forniscono tutti i consigli del caso in maniera semplice e pratica per coltivare ortaggi ed erbe aromatiche, aggiungendo  consigli della nonna per preparare decotti e concimi per le piante e una o due ricette di finger food per ogni verdura.

Biobalcone di Francesco Beldì è pubblicato da Terra Nuova Edizioni e va oltre insegnandoci non solo la coltivazione di ortaggi ed erbe aromatiche in vaso ma anche a farlo in modo biologico utilizzando la permacultura.  Arricchiscono il libro oltre 33 schede dedicate ai singoli ortaggi ed erbe aromatiche che riassumono le principali informazioni necessarie ai balconisti: il diametro minimo del vaso da scegliere, il tipo di esposizione consigliata, la produzione per pianta e il grado di difficoltà di coltivazione, oltre alle indicazioni sulle cure culturali, la difesa e la raccolta.
Insomma in entrambi c'è tutto per coltivare un hobby che si preannuncia pieno di grandi soddisfazioni.
Un'altra moda, che si è affermata in concomitanza alla crisi economica e alla conseguente necessità di tornare al fai da te è quella dei barattoli.  Ormai non se ne può più fare a meno vengono  utilizzati per tutto ed ovunque (anche nei grandi ristoranti) e tante sono le pubblicazioni che ce ne illustrano usi più o meno creativi.
Anche Ilaria Mazzarotta ha recentemente pubblicato per Gribaudo il suo Food Jar...tutto in un barattolo tutto dedicato al comfort food pret-à-manger.  Barattoli per risparmiare e per sorprendere quelli della Mazzarotta tanto che viene voglia di addentare le pagine del libro che si fregia delle bellissime foto di Barbara Torresan. Idee originali per la colazione, la pausa pranzo, uno spuntino o una cena fuori dagli schemi ma anche per un insolito drink o un regalo che di sicuro lascerà il segno.
E se sono comodi per portarsi dietro il cibo in ufficio o comunque fuori casa i barattoli a tavola fanno la loro bella figura riuscendo a far apparire quasi come in vetrina le pietanze, come ci dice la Mazzarota nel capitolo del libro Barattoli a tavola, senza contare che il coperchio preserva gli aromi del cibo fino al momento di esser gustato aggiungo io.
Nella ricetta che vi presento oggi estremamente facile ed economica ho unito le due tendenze di cui vi ho parlato portando in tavola una ricetta della mia tradizione rivisitata nella presentazione e realizzata con ortaggi che agevolmente possono essere coltivati anche in pochissimo spazio in un orto cittadino su un balcone o un terrazzo. Di mia coltivazione nella ricetta però ci sono solo l'origano e il basilico, per il momento ho solo erbe aromatiche che agli ortaggi ci pensa il mio babbo con il suo piccolo orto in campagna ma per il futuro chissà, la tentazione è davvero forte.
Peperoni e uova alla Calabrese
Ingredienti per 4 persone:
1 Kg di peperoni da friggere (cornetti e tondi misti) 
1/2 kg di pomodori da sugo
1 peperoncino piccante
olio extravergine d'oliva 
1 spicchio d'aglio
4 uova
basilico
origano
sale
Togliere il picciolo ai peperoni e ridurli a spicchi e/o fettine lasciandovi i semi, versare un fondo d'olio in un capace tegame e aggiungervi l'aglio, il peperoncino e i peperoni, salare e lasciar soffriggere finché risulteranno appassiti, aggiungere i pomodori privati della pelle e schiacciati e lasciar cuocere, aggiungere basilico e origano. Versare i peperoni cotti in quattro barattoli e allargando al centro rompere un uovo in ogni barattolo, chiudere i barattoli e cuocere a bagnomaria in una pentola con l'acqua che superi il livello delle uova, finché l'albume risulterà rappreso ma il tuorlo ancora morbido. Servire con il pane o la focaccia.
Reazioni:

Dall'orto sul balcone al barattolo: alle mode non resisto

Cocò 2015-09-04 Media Voti 5,0 su: 1

2 commenti:

Batù Simo ha detto...

sei simpaticissima :-) io invece detesto le mode, ci compenseremmo bene io e te eheheh poi avendo un orto vero e avendo conoscenze in merito, mi domando e chiedo ma come caspita si fa ad ottenere risultati in vaso di una pianta di pomodori quando la sola radice supera la dimensione stessa di un vaso da 30 cm.. sono appunto mode. Della serie: cosa cojo-cojo! MA: la tua ricetta mi piace da impazzire e anche le premesse! un abbraccione

CoCò ha detto...

grazie Batù infatti lo dico che per il momento coltivo solo erbe aromatiche però ti dirò sono proprio tentata di vedere il mio piccolissimo giardino colmo di ortaggi, poi mi blocco perché ad agosto non ci sono e mi dispiacerebbe non poterli curare come si deve, devo provare con l'orto invernale, chissà

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!