Cucina, libri, luoghi, moda, lifestyle

2024-07-10

La Piccola Bottega del Gusto e il Sangiovese dell'Azienda Agricola Stamati a Plataci (CS)

Questa volta ho compiuto il processo inverso dai vini sono passata alla tavola, ho conosciuto Rossella Stamati e il suo Sangiovese Pietrarosa in occasione di un evento di settore e attratta dal suo racconto di viticoltura eroica a quasi 800 metri d'altezza con impianto di Sangiovese in Calabria a siglare un ritorno alle origini ho deciso di farle visita in azienda e di conoscere più da vicino questo piccolo gioiello incastonato tra le vette del Parco Nazionale del Pollino.

L'azienda nasce nel 1996 da Prospero Stamati, il papà di Rossella che insieme ai suoi fratelli porta avanti con passione e dedizione la coltura dello storico vitigno Sangiovese in modo assolutamente artigianale. Viti impiantate a piede franco prosperano in un ambiente dal microclima unico in cui le forti escursioni termiche tra giorno e notte conferiscono al vino notevole eleganza.
Tre ad oggi i vini prodotti: un eccellente rosso Sangiovese che porta il nome del fondatore Prospero, un bianco di Trebbiano e Malvasia Zivit che è un tributo al nonno "Zì Vit", maestro nell'arte della potatura e dell'innesto e il già citato rosato Pietrarosa sempre di uve Sangiovese il cui nome, che ricorda il terreno pietroso in cui sono impiantate le viti, è peraltro la crasi tra i nomi di Rossella e suo fratello Pietro.
L'Azienda Agricola Stamati è custode di un patrimonio vitivinicolo di inestimabile valore e non si limita a produrre vino ma fa della produzione del vino la possibilità di immergersi in una esperienza di vero turismo rurale nella cultura arbëreshe di Plataci.
Oltre a poter visitare la cantina e i vigneti, raggiungibili anche con le bike messe a disposizione dall'azienda, si possono assaporare deliziosi piatti di tradizione nel ristorante La Piccola Bottega del Gusto posto di fianco alla cantina.
La Piccola Bottega del Gusto nasce come bottega per la vendita dell'olio, del vino e degli altri prodotti tipici dell'azienda agricola e diventa, quasi subito, ristorante con le tipicità locali di cucina arbëreshe.
Rossella è un'ottima padrona di casa e, vi posso assicurare, è circondata da personale attento e accogliente. Si arriva al locale come ospiti e si torna a casa sentendosi amici.
Il locale, situato a circa 1200 m d'altitudine, offre una vista spettacolare, il mare è sotto, la montagna alle spalle in un continuo gioco d'amore che si rincorre stagione dopo stagione. Anche d'estate l'aria è gradevole e fresca e salendo ci accorgiamo di passare da un clima torrido a quella giusta temperatura che consente di rilassarsi e godere appieno delle bellezze circostanti.
In cucina si danno da fare e già un aperitivo servito in terrazza con il Pietrarosa diventa una gradevolissima esperienza di gusto, ci servono bruschette con deliziosi porcini e con una salsa rossa piccante alla 'nduja resa freschissima dalla profumata mentuccia che l'arricchisce, ottimi anche il formaggio di San Lorenzo Bellizzi servito con una confettura di peperoncini dell'azienda, il prosciutto crudo, i taralli piccanti della vicina Cerchiara e la cipolla caramellata preparata dalla cuoca. Ma come fermarsi all'aperitivo seppure ricco? Proseguiamo con una gustosissima fagiolata di locali vesogu (fagioli a uovo di uccello) davvero eccezionali con la paprica e la salsiccia.

Il primo piatto è tutto di tradizione, le famose striglie la cui particolare preparazione si tramanda di madre in figlia e qui sono cucinate in modo eccelso con sughetto semplice aromatico e ricotta salata.

Poi gli arrosticini di pecora e carni miste non so davvero come raccontarveli, vanno gustati lì in terrazza uno dopo l'altro con le golose chips di patate al pecorino e pepe, alla paprica e aglio e al limone e prezzemolo.
Con ogni sorso di vino, in ogni boccone servito, si assapora l'essenza di una terra generosa, l'eco di una tradizione che raccoglie in sé altre tradizioni e risuona attraverso i secoli.
Quella di Stamati è la visione di una famiglia che ha trasformato la sfida della viticoltura eroica in una poesia che incanta il palato e l'anima.
Strada per Zagaria, Viale dello Sparviero
87070 Plataci CS
333 117 5218

Nessun commento: