2008-06-19

Adesso che sto per sposarmi, immaginando già di avere sempre meno tempo, mi metto a pianificare primi veloci che si possano preparare nel tempo che impiega la pasta a cuocere. In altra occasione ebbi modo di parlarvi di un meraviglioso "pesto" ottenuto frullando i pistacchi e le mandorle ed utilizzato per condire la pasta. Questa volta ho fortificato la dose dei pistacchi, meravigliosi quelli di Bronte, a scapito delle mandorle ed aggiunto dei gamberi freschi sgusciati per arricchire la preparazione. Ma il risultato eccelso lo ha dato la pasta, non una qualunque ma i Rigatoncini Rustichella d'Abruzzo della Bottega Esperya perchè, lasciatemelo dire, non tutte le paste sono uguali: il grano migliore, le trafile in bronzo, l'essiccazione lenta, sono gli elementi che fanno la differenza e che possiamo trovare solo nelle produzioni artigianali come quella di Rustichella d'Abruzzo.
Ingredienti per 4 persone:
350 g di Rigatoncini Rustichella d'Abruzzo
35 g di pistacchi di Bronte sgusciati
15 g di mandorle spellate
1 pizzico di sale
1/2 spicchio d'aglio
2 cucchiai di panna da cucina
olio extravergine d'oliva
1/2 kg c.a. di gamberi da sgusciare
pepe nero
Frulliamo, finchè diventeranno una crema, i pistacchi con le mandorle, il sale, l'aglio, 4-5 cucchiai d'olio e la panna. Intanto lessiamo la pasta ed a parte in un tegame saltiamo i gamberi puliti e sgusciati, con due cucchiai di olio, saliamo, pepiamo ed a fuoco spento uniamo la crema preparata. Scoliamo la pasta e versiamola nel tegame col condimento e, se occorre, un pò d'acqua di cottura della pasta. Serviamo subito.
Reazioni:

Rigatoncini alla crema di pistacchi e gamberi

Cocò 2008-06-19 Media Voti 5,0 su: 1

13 commenti:

Micaela ha detto...

che buona questa ricetta!!! Te la rubo subito! ciao ciao

Lo ha detto...

wow un pesto stupendo...io non ho la tu apasta speciale...ma posso farmi dei maccheroni freschi per accompagnarlo!

serafina ha detto...

strano leggere questa ricetta perchè una delle paste più fantastiche che abbia mai mangiato è proprio gamberi e mandorle al ristorante pantagruel di rende ( non so se lo conosci)
quel sapore lì, che ormai è più che altro un ricordo, rimarrà tra i miei preferiti di sempre.
devo provare a farla da me cn questa tua ricetta bellissima ( e la pasta di gragnano non scherza nemmeno!!! :)
ciao ciao

CoCò ha detto...

@Lo ma come no...dici poco la pasta fatta in casa???
@Serafina certo che conosco il ristorante di Tonino Napoli, anzi se passi stasera troverai proprio un mio ricordo di quel ristorante, vedrai vedrai

sweetcook ha detto...

Faccio una pasta gamberetti e pistacchi molto simile a questa, quindi immaginerai che mi piace tantissimo, la prossima volta proverò la tua versione:-)

nino ha detto...

Ciao COCÒ,
bella ricetta, per il pesto
siamo in sintonia, proverò
con i gamberi.
CIAO
Nino

Aiuolik ha detto...

Bella questa ricetta e a quando vedo potrei usarla per uno dei miei venerdì napoletani :)

Ciaooo,
Aiuolik

Roxy ha detto...

Questa pasta la trovo squisita! Avevo preparato tempo poco dopo l'estate un risottino simili....me ne hai fatto tornare la voglia! Baci e buon we

Ady ha detto...

Purtroppo i pistacchi non piacciono in famiglia, alternativa?
le mandorle come ce le vedi?
baci cara
P.S.vieni un attimino da me, please??

CoCò ha detto...

@Sweetcook allora dev'essere simile a questa
@Nino anche la versione pancetta devo dire che è ottima
@Aiulik anche se i pistacchi sono siciliani e la pasta abruzzese può andar bene
@Roxy vado a controllare nel tuo archivio se c'è il risottino
@Ady ottimo anche con pesto di mandorle e zucchine, adesso passo da te ciao

salsadisapa ha detto...

meraviglia i pistacchi... coi gamberi li vedo proprio bene!!

CoCò ha detto...

@Salsadisapa ci stanno da Dio

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Mi garba da matti questa ricettina. Me la sono appuntata. Buona serata Laura

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!