2010-04-27


Non nascondo che sono un po' emozionata mentre mi accingo a scrivere questo post. Ho avuto tra le mani diversi volumi con le ricette di chef di fama nazionale e internazionale, volumi patinati, raccolte di alta cucina di questo o quel ristorante in voga ed ogni volta mi sono chiesta dentro di me dove fosse la Calabria, come mai nella mia terra nessuno chef riuscisse ad emergere ad essere creativo e a voler esternare questa creatività in un libro oltre che nel proprio ristorante.
Avevo sentito parlare de La rosa nel bicchiere un agriturismo, ristorante  tipico immerso nei boschi della località Polso di Soveria Mannelli nella nostra Sila. Qualcuno mi aveva riferito che si mangiasse davvero bene ed io avevo annotato il nome del posto nella mia agendina, per ricordarmi di farci un salto appena il tempo fosse stato un po' più clemente. Non immaginavo però che la creatività di Antonio Abbruzzino, lo chef della Rosa nel bicchiere, che riesce a non subordinare il buono al bello, riuscisse a prendere la forma di un bellissimo volume illustrato Cucina Creativa Calabrese per le edizioni Rubbettino. Oggi, il libro tra le mani, posso dire di essere orgogliosa di questa Calabria, fatta di gente che ha come regola principe della propria esistenza il lavoro e chi lavora bene riesce prima o poi ad emergere.
Volevo provare qualcuna delle ricette presentate nel volume, stavolta certo non avrei avuto problemi a reperire le materie prime per quasi ciascuna di esse  - visto che la territorialità sembra essere un imperativo per Abbruzzino -, ho pensato molto ed alla fine ho scelto un piatto simbolo della nostra cucina La pasta china rielaborata da Antonio Abbruzziono, una fantastica preparazione, certo non da giorno lavorativo, che ho ancora un po' rivisto in base alle mie esigenze.
Lo Chef serve questa pasta su una crema di piselli (semplici piselli lessati e frullati con sale, pepe e olio extravergine d'oliva), io invece dei piselli (poiché mio marito non avrebbe certamente gradito) ho preparato la mia crema frullando con olio sale e pepe un cipollotto, una carota, una patata, una costa di sedano e una zucchina cotti con poca acqua, l'accostamento  l'abbiamo comunque molto gradito. Ho sostituito inoltre i maccheroni rigati con dei meravigliosi paccheri ondulati grossi e corposi che hanno ben sostenuto al loro interno il ripieno.
Ma adesso vi do la ricetta sperando che l'autore non me ne voglia per questa iniziativa di diffondere la cultura culinaria calabrese.
Ingredienti per 4 persone:
250 g di maccheroni (o 16 paccheri ondulati o rigati)
100 g di carne trita mista di maiale e manzo
2 uova sode
50 g di soppressata
150 g di provola
100 g di grana grattugiato
250 g di pomodori San Marzano
100 g di cipolla rossa
1 bicchiere di vino Gaglioppo
10 g di basilico
100 g di piselli
150 g di olio extravergine d'oliva
sale e pepe
burro
Rosolare la cipolla con 80 g di olio, aggiungere la carne, rosolare, salare e pepare. Bagnare col vino e lasciar evaporare, aggiungere i pomodori a cubetti e il basilico. Cuocere per circa mezz'ora poi lasciar raffreddare.
Tritare la soppressata, la provola e le uova  sode, unire il miscuglio alla carne cotta.
Cuocere e scolare al dente la pasta, farcirla con l'aiuto di una sacca da pasticciere con la farcia preparata.
Disporre la pasta ripiena in una teglia unta di burro e condire con burro fuso e grana. Infornare per circa 10 minuti a 180°. Servire su una crema preparata con i piselli lessati frullati con l'olio restante, sale e pepe.
Reazioni:

Cucina creativa calabrese: la pasta china

Cocò 2010-04-27 Media Voti 5,0 su: 1

4 commenti:

raffy ha detto...

chissà che gusto spettacolare...non ho parole, buonissima! bravissssimaaaaa!!!

Milena ha detto...

Non conoscevo lo chef, nè il libro interessantissimo: grazie per la segnalazione :)

angicock ha detto...

evvvvvvaaaaaaaaaaaaiiiiiiiii
ho trovato cosa preparare per il pic nic coi miei ragazzi del catechismo.
Grasssssssiiiiiiieeeeeeeee

terry ha detto...

E fai benissimo ad esserne orgogliosa!!!
questa pèasta è ripiena poi di tante vostre delizie e bontà...che regione meravigliosa...e tu che cuoca bravissima!:)

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!