2012-04-18

Vassoio collezione Impronte verde di Wald

Nel mio caso 'na bio è la "biretta" che ho scelto per i miei dolcetti salati, una birra biologica, cruda integrale e non pastorizzata ispirata alle lager tedesche ma caratterizzata dall'aggiunta di farro biologico non maltato delle montagne umbre di Monteleone di Spoleto in provincia di Perugia. Una birra secca, mediamente corposa, asciutta e dissetante, molto rinfrescante, ideale con l'apritivo, ma anche coi fritti e con tutti i piatti delicati.
E' una delle deliziose birre prodotte dal birrificio artigiano romano BIRRADAMARE, che produce "birre con il cuore" e senza compromessi ovvero utilizzando i migliori prodotti disponibili sul mercato, macchinari d’avanguardia servendosi per il controllo chimico di tutto il processo produttivo del CERB - Centro di Eccellenza per la Ricerca sulla Birra dell’Università di Perugia  Amore e passione sono ingredienti imprescindibili di queste "birette". 15 sono i diversi tipi prodotti e tutti molto caratteristici, birra chiara, birra rossa, birra nera ma anche birra alle castagne, per citarne solo alcuni tipi cui si aggiungono le gelatine di birra, un concentrato di sapore da gustare magari con i formaggi
Ma tornando al mio abbinamento so che siete incuriositi da quelli che in foto sembrano cup cake alla crema ma che sono fatti con fave e mortadella piccante e guarniti con cialdine di grana le gustosissime Grok prodotte in tre varianti di gusto che ho scelto per completare i miei pasticcini nel gusto classico.
Mini-cake fave e mortadella
Ingredienti per 36 mini-cake
Per la base:
160 g di fave lessate
120 g di farina 00
30 g di fecola di patate
100 g di burro morbido
40 g di grana grattugiato
1 cucchiaio di latte
1 cucchiaino di lievito per torte salate
3 uova
sale e pepe
Per la crema:
200 g di mortadella piccante
100 g di ricotta fresca
cialdine di grana per guarnire
Frullare le fave fino a ridurle in crema. Montare le fave con il burro morbido per 15 minuti finché non diventano una spuma soffice, unire i tuorli, il latte, la farina, la fecola e il lievito, una presa di sale e una macinata di pepe. Unire gli albumi montati a neve e suddividere il composto in 36 pirottini di carta posti negli stampini da mini muffin. Infornare per 15 minuti circa a 180° (devono risultare dorati) A parte frullare la mortadella con la ricotta, versare il composto in una sacca da pasticciere e formare un ricciolo su ogni pasticcino dopo averne eventualmente pareggiato la superficie. Guarnire con le cialdine.
* Per la realizzazione della ricetta ho utilizzato farina per dolci e sfoglie di Rosignoli Molini specifica per impasti diretti, mortadella Rossa Felsineo, ricotta fresca Fattorie Osella, sacca à poche usa e getta con bocchetta liscia Tescoma
Reazioni:

Una birra da amare anche all'aperitivo

Cocò 2012-04-18 Media Voti 5,0 su: 1

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!