2013-01-15

Piatto Ceramiche De Simone, canovaccio Busatti
L'Oca in onto è un'antichissima conserva a base di carne d'oca, un metodo antichissimo per far durare molti mesi la carne. L'oca in onto era una tipica produzione dei mesi invernali, quando le oche erano in carne ed era quindi il momento giusto per metterle in conserva.
Le carni separate dalle loro parti grasse, venivano tagliate a pezzetti e lasciate riposare sotto sale per alcuni giorni. Successivamente si riponevano in un orcio di terracotta o vetro alternando pezzetti di carne a grasso d'oca fuso e foglie di alloro. Uno strato di grasso completava il vasetto che veniva chiuso ermeticamente. Un'altra tecnica in uso prevedeva invece la preventiva cottura della carne nel proprio grasso prima di procedere all'invasamento. Questa sostanziosa conserva di carni durava per mesi pronta al fabbisogno quando nel periodo primaverile ed estivo anche le donne lavoravano intensamente nei campi. Ancora oggi all'Agriturismo Il Dosso i fratelli Littamè producono, tra le tante specialità di cui vi ho già accennato, l'oca in onto secondo gli antichi metodi di conservazione. Per la mia ricetta ho utilizzato la coscia (che ritengo uno dei pezzi più succulenti, basta immergere la busta sottovuoto in acqua bollente e lasciar scaldare per 20 minuti. Una volta aperta la confezione la carne è pronta da mangiare ed il grassetto sciolto è ottimo per condire le verdure. Io ho aggiunto la carne sfilacciata e parte del grasso alle verze tagliate a striscioline e stufate. Ho servito questo meraviglioso piatto con della polenta (non essendo esperta in materia ho utilizzato la precotta Valsugana nella varietà integrale più rustica e saporita).
Ingredienti per 4 persone:
2 cosce d'oca in onto
1 cipolla
1 verza piccola
2 cucchiai di passata di pomodoro
olio extravergine d'oliva
sale e pepe
polenta integrale precotta
Tritare la cipolla e appassirla con un filo d'olio in un tegame di coccio, unire la passata di pomodoro, la verza a striscioline, salare, pepare e lasciare stufare aggiungendo poca acqua. Intanto scaldare l'oca e pulire la carne dall'osso. Aggiungere la carne e un po' del grasso di cottura alle verze e lasciare amalgamare i sapori. Preparare la polenta e servirla con il sugo preparato.
Tornate a trovarmi domani per un'altra specialità di casa Littamè.
Reazioni:

L'oca in onto dei Littamè

Cocò 2013-01-15 Media Voti 5,0 su: 1

1 commenti:

tiziana festa ha detto...

interessante il tuo blog...! mi piace e davvero eccellente la ricetta!
vieni a trovarmi... ti aspetto!
ciao
tizi
http://laspianatoia12.blogspot.it/

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!