2013-05-03

Vassoio La Porcellana Bianca, tovagliolo e guanto GreenGate, paletta GP&me
Per raccontarvi i miei nidi di farrette con salsa di carciofi, pancetta e uova di quaglia devo raccontarvi prima un'altra storia. Con il termine "Farro” si indicano i frumenti vestiti, che differiscono dai più diffusi frumenti nudi (tenero e duro), si tratta dei primi frumenti coltivati dall’uomo e  la loro origine risale a oltre 10 mila anni fa, nella zona della Mezza Luna Fertile, tra Iran, Iraq, Siria e Palestina. In questi ultimi anni si sta riscoprendo il valore e i benefici dell'utilizzo di questi antichi frumenti. Prometeo Urbino è un'azienda che dal 1991 seleziona, trasforma e produce farro di alta qualità. Il Farro di Prometeo è prodotto esclusivamente da sementi selezionate, la  coltivazione è locale, biologica e controllata. Il Farro è trasformato mediante molitura a pietra naturale per trasferire alla semola tutte le proprietà del cereale, le semole ottenute vengono poi date in lavorazione a pastifici e laboratori artigianali per la produzione di pasta e prodotti da forno. Ecco da dove vengono Le farrette, e in particolare le tagliatelle di farina di farro integrale con cui mi sono divertita a realizzare questi golosi nidi con i quali sono lieta di partecipare al contest "La prova del Farro" la stimolante iniziativa riservata a tutti coloro che hanno un blog o che gestiscono una pagina web, che hanno voglia di mettersi in gioco con una ricetta a base di farro e che hanno il desiderio di condividere la propria passione per la cucina e per il farro ed hanno voglia di vincere ricchi premi a base di farro. Non è necessario utilizzare prodotti Prometeo per la realizzazione della ricetta ma la ditta ha pensato bene di offrire gratis le spese di spedizione a chi ordinerà sul loro e-shop per il periodo di durata del contest, quale occasione migliore allora per testare l'ottima qualità del farro Prometeo?
Nidi di farrette con salsa di carciofi, pancetta e uova di quaglia
Ingredienti per 4 persone (8 nidi):
250 g di tagliatelle di farro integrali Le Farrette
2 carciofi
1 spicchio d'aglio
olio extravergine d'oliva
100 g di formaggio grana*
8 uova di quaglia
80 g di pancetta affumicata a cubetti
prezzemolo
sale e pepe
Pulire i carciofi dalle foglie esterne, mondando anche i gambi, strofinarli con del limone per evitare che anneriscano e dopo averli tagliati a tocchetti stufarli a pentola coperta con un filo d'olio, l'aglio, sale e pepe. Quando risulteranno teneri eliminare l'aglio e frullarli aggiungendo 60 g di grana e altro olio fino a formare una crema abbastanza densa. Lessare le tagliatelle e condirle con la salsa di carciofi preparata, aggiungere i cubetti di pancetta e formare su una teglia rivestita di carta forno otto nidi di pasta, lasciando un buchetto al centro, cospargere con il grana restante e infornare per 8 minuti circa in forno ben caldo, estrarre la teglia dal forno rompere al centro di ogni nido un'ovetto di quaglia ed infornare ancora per appena due minuti. Servire i nidi ben caldi decorando con spicchi di carciofo a piacere.
*Per la realizzazione della ricetta ho utilizzato formaggio grana Bella Lodi e pancetta affumicata a cubetti Furlotti
Reazioni:

Nidi di farrette con salsa di carciofi, pancetta e uova di quaglia

Cocò 2013-05-03 Media Voti 5,0 su: 1

6 commenti:

Giovanna Bianco ha detto...

Grazie per averci raccontato la storia del farro, queste sono informazioni molto interessanti. Il tuo è un piatto che si presenta da solo. Molto, molto buono. Ciao.

Daniela ha detto...

Un piatto molto interessante :)
Buon fine settimana

Licia ha detto...

Ma buona questa ricette,mi piace molto,complimenti!

CoCò ha detto...

@Giovanna il farro va di moda ma ne sappiamo poco davvero
@Daniela ne sono entusiasta anch'io stavolta
@Licia molto gustosa davvero la pasta di farro

Fabrizio Rivaroli ha detto...

Complimenti...bella idea!!!!

Fabrizio Rivaroli ha detto...

Complimenti...Bella idea!!

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!