2013-07-16

Vassoio La Porcellana Bianca, americano Busatti
Periodo di vacanze, viaggi, mare e sole. Molti sono in realtà i modi per viaggiare e seppure il titolo del post fa pensare al resoconto di un viaggio in Sicilia in realtà il mio è solo un viaggio virtuale compiuto con tutti i sensi attraverso un piatto e dei fantastici libri di cui voglio parlarvi.
Sicilia in cucina pubblicato da Sime Books racconta, in italiano e in inglese , quel miscuglio di terra, mare e monti che è la cucina siciliana.
L'incontro tra la tradizione culinaria occidentale e quella araba è narrato attraverso 80 ricette e tantissimi eloquenti scatti fotografici che fanno venir voglia di imbarcarsi per l'isola dove il clima e la varietà geografica rendono eccellenti le materie prime e di conseguenza esuberanti le preparazioni culinarie.
Antipasti, insalate e "cibo di strada", primi, carni, pesci, dolci ma anche vini e prodotti tipici della regione sono raccontati nel libro giunto alla quarta ristampa. Di notevole interesse per me che amo le erbe spontanee la sezione del libro dedicata agli Aromi di Sicilia, non solo capperi gelsomini, la Sicilia è ricca di tanti aromi di cui ci vengono svelati caratteristiche e utilizzi in cucina.
Un viaggio più approfondito nella zona di Trapani e delle isole minori l'ho compiuto attraverso La cucina trapanese e delle isole di Giacomo Pilati e Alba Allotta pubblicato a Orme Editori  nell'ampia e minuziosa collana dedicata alla cucina italiana ideata da Franco Muzzio e composta da oltre quaranta volumi. Non poteva mancare questo volume fatto di storie e ricette del trapanese, una delle aree gastronomicamente più ricche d'Italia. 
Non vi sono immagini suggestive nel libro ma solo vecchie evocative foto in bianco e nero a compendio delle 328 ricette affiancate da inedite testimonianze legate al cibo, in un percorso narrativo che lega in modo indissolubile la memoria al gusto.
Per appagare la sete di conoscenza che mi hanno messo addosso i libri di cui vi ho appena detto non mi resta che programmare un "salto" nella vicina Sicilia per conoscerne più da vicino la vera cucina ma anche le tradizioni attraverso le feste popolari e religiose che numerose si festeggiano ancora sull'isola. 
A cura della redazione di SICILIAINFESTA.COM è stato pubblicato da  Dario Flaccovio Editore SAGRE MAGIC Feste popolari, religiose ed eventi in Sicilia. La guida, da tenere in tasca o in macchina come l'arbre magique da cui simpaticamente trae il nome e l'immagine di copertina. Un accurato calendario con date luoghi e tutte le informazioni utili per godere appieno degli eventi che numerosi si svolgono sul territorio siciliano. Sagre ed altre manifestazioni descritte minuziosamente "perché cammini e cammini, forse non sai dove vai, ma una festa di paese sempre la trovi".
E chissà, aggiungo io,  magari se proprio non trovi una festa quanto meno puoi fermarti a visitare uno dei Borghi più belli d'Italia e tornare a casa con il ricordo di uno dei tesori più nascosti della nostra penisola ecco perché magari una copia de I borghi più belli d'Italia della Società Editrice Romana di cui è stata recentemente pubblicata l'Edizione 2013 cui sono stati aggiunti 11 nuovi borghi e aggiornate le strutture ricettive è bene averla in macchina o, se siete di quelli che organizzano tutto per tempo e nei dettagli, sul comodino per programmare con cura il prossimo viaggio.
Con addosso la voglia di Sicilia ho preparato un fresco dolce a base di ricotta che poco ha a che vedere con la Cassata tipica dell'isola ma che ho così voluto chiamare perché la ricorda nel suo ingrediente principale...la ricotta.
Amarene Fabbri, cioccolato, marmellata di limoni Fiordifrutta Rigoni di Asiago, arricchiscono la cremosa ricotta, panettone al cioccolato Loison e una strepitosa e ricca Salsa al pistacchio Fabbri rendono irresistibile il dolce che si prepara in un battito di ciglia.
Cassata alle amarene e limoni con salsa la pistacchio
Ingredienti:
250 g di ricotta freschissima
2 cucchiai di zucchero a velo vanigliato
2 cucchiai di marmellata di limoni
2 cucchiai di gocce di cioccolato
la scorza di un limone
2 cucchiai di limoncello
18 amarene sciroppate
salsa al pistacchio
2 fette di panettone al cioccolato
Foderare uno stampo da plumcake con pellicola da cucina. Mescolare la ricotta con  lo zucchero a velo e la marmellata, unire la scorza di limone grattugiata, il limoncello, le gocce di cioccolato e 12 amarene tagliate a pezzi. Versare il composto nello stampo preparato e chiudere con le fette di panettone private della crosta, pressando bene. Lasciar riposare in frigo per una notte, poi sformare il dolce sul piatto di portata, irrorare di salsa al pistacchio e decorare con le restanti amarene.
Reazioni:

Viaggio in Sicilia: Cassata alle amarene e limoni con salsa al pistacchio

Cocò 2013-07-16 Media Voti 5,0 su: 1

7 commenti:

sississima ha detto...

goduria allo stato puro, un abbraccio SILVIA

Ely ha detto...

Come sempre non solo ricette deliziose, ma anche consigli di lettura davvero accattivanti! Mi ci avvolgerei in questo dolce stupendo..sei meravigliosa! <3 Un bacione e un abbraccio! <3

Carmine Volpe ha detto...

non ricordavo una cassata in questa versione molto originale e golosa

CoCò ha detto...

@Sississima era molto buona sul serio
@Ely ciao cara grazie se guardi i post precedenti ci sono altri golosi consigli di lettura
@Carmine non la ricordavi perché non esiste infatti dico nel post "ho preparato un fresco dolce a base di ricotta che poco ha a che vedere con la Cassata tipica dell'isola ma che ho così voluto chiamare perché la ricorda nel suo ingrediente principale...la ricotta"

Licia ha detto...

bellissimo post,pieno di notizie interessanti,non parliamo poi di questa cassata,mhhh che buona!

Günther ha detto...

Un viaggio in sicilia andrebbe fatto sempre, peccato essere lontani ma che meraviglia quella cassata poi trovo che amarene e pistacchio stiano molto bene insieme anche con al cremosità della ricotta :-)))

Maria Grazia ha detto...

Golosa da morire, per i miei gusti. Adoro tutti i sapori che hai miscelato. Ciao, buona giornata.

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!