2014-10-13

Piatto fondo Ceramiche De Simone, canovaccio Busatti
Ci sono dei cibi come queste scorze di nocelle patat'e cozze che immediatamente al solo profumo hanno il potere di trascinarti in un dove. Le cozze, ovunque e comunque io le mangi, anche dei semplici spaghetti alle cozze, non possono non  farmi pensare alla città di Taranto con i suoi rinomati mitili ed alla Puglia in generale; se poi le cozze vengono abbinate alle patate il pensiero corre alla famosa Tiella barese. Ma come al solito io col pensiero lavoro tanto soprattutto ai fornelli e quindi le patate e cozze sono divenute il condimento di una gustosa minestra che con i suoi aromi mi ha trasportato nella vicina Puglia e la degna compagna di questo condimento non poteva che essere una pasta (che producono poche aziende pugliesi) che riprende nel nome e nella forma una pasta tradizionale pugliese le scorze di nocelle, perfetta per le minestre.
Ora non mi resta che spiegarvi da dove mi sia venuta tutta questa voglia di Puglia perché una spiegazione ai miei consueti voli pindarici c'è sempre. 
Ecco mi è venuta il libreria sfogliando alcuni affascinanti volumi dell'Editore Congedo.
1000 Ricette di Puglia di Lucia Lazari è forse il più esaustivo volume di cucina pugliese che io abbia mai tenuto in mano, ci vuole un giorno intero a leggere tutti i titoli delle ricette figuriamoci quanti anni a metterle alla prova, io ho già fatto la mia lista e piano piano conto di farcela soprattutto perché alcune chicche come le penne con le cozze fritte, il liquore alle mandorle o i bocconotti di Sannicandro Garganico mi sembrano davvero da non perdere. Oltre che la raccolta più completa di cucina pugliese mai realizzata, anzi una vera bibbia delle cucina pugliese, si tratta di un volume davvero affascinante perché ricco di immagini che ritraggono pochi dei piatti, comunque  magistralmente raccontati passo passo, e tante tavole ben apparecchiate in splendide locations bucoliche pronte a raccogliere quanto di buono si può preparare con le dettagliate spiegazioni del libro. Il corredo e le stoviglie della nonna elegantemente disposti in vari scorci di verde per raccontare una cucina di tradizione di una regione che ha imparato a valorizzarsi nel giusto modo.
From mom to daughter di Maria Elena Congedo, come promette il titolo “Di madre in figlia, i segreti della cucina italiana”,  è "un libro di cucina che racconta un’atmosfera, una famiglia, un mondo attraverso piccole malizie culinarie, astuzie e passioni, accorgimenti e ricerche, prove e riprove, di tre generazioni intorno ai fornelli". Ricette facili, come spesso sono quelle quotidiane, raccontate in inglese e gradevolmente illustrate passo passo con scatti che sembrano rubati alla serenità domestica di una famiglia.
Scorze di nocelle patat'e cozze
Ingredienti per 4 persone:
1 Kg di cozze freschissime
4 patate medie
4 cucchiai di passata di pomodoro
1/2 cipolla
aglio 
sale
pepe
1 costa di sedano
prezzemolo
Pulire perfettamente le cozze eliminando la barba e lasciarle aprire sul fuoco in una pentola coperta per pochi minuti. Sgusciare le cozze e tenere da parte l'acqua.
Preparare un soffritto con sedano,  cipolla, aglio, i gambi del prezzemolo e la passata di pomodoro, aggiungere le patate tagliate a cubetti e lasciar cuocere con l'acqua filtrata delle cozze. Allungare con acqua e cuocervi dentro la pasta, solo alla fine aggiungere le cozze e il prezzemolo tritato. Lasciar riposare un paio di minuti prima di servire.
Reazioni:

Scorze di nocelle patat'e cozze

Cocò 2014-10-13 Media Voti 5,0 su: 1

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!