2012-06-19

Ciotoline finger food Atmosfera Italiana, Vassoio IVV, canovaccio Busatti
Mi hanno chiesto di patecipare ad un contest e ovviamente ho ceduto alla tentazione e accettato perché il titolo mi piaceva “RICETTE ESTIVE LEGGERE – PASTA INTEGRALE BENEDETTO CAVALIERI
IN ACCESSORI FINGER FOOD”.
La pasta Benedetto Cavalieri non ha bisogno di presentazioni e anche la nuova linea biologica di pasta integrale ha soddisfatto ogni mia aspettativa, si trattava solo di prepararne una ricetta estiva e leggera e presentarla poi carinamente nelle ciotoline finger food di Atmosfera Italiana non potevo tirami indietro.
Le idee non mi mancano certamente ma se non dovessero bastare c'è sempre il libro che Titti Pece ha dedicato proprio alla pasta di Benedetto Cavalieri, è uscito per Moscara Associati Edizioni e, sotto il titolo Di che pasta siamo fatti qui - Cavalieri di nasce, raccoglie le ricette di chef, cuochi e cuciniere salentine per l'archivio ricette del "Quoquo Galante" la collana di libri  che Titti Pece sta scrivendo per il Museo del Gusto di San Cesario di Lecce. Oltre alle ricette, alcune provenienti proprio da casa Cavalieri ,nel libro c'è un po' di storia e qualche aneddoto della storica famiglia del pastaio di Maglie che mise a punto la speciale trafila di bronzo e creò la ruota pazza.
Certo qualora non mi fosse bastato il libro di cui vi ho detto, senza andarmene in giro tra i numerossissimi volumi di casa, avrei potutto attingere da un altro dei nuovi arrivati Il mio libro dei primi piatti di Laura Ragoni, la foodwriter che noi frequentatori del web ben conosciamo ed amiamo, appena pubblicato da De Vecchi nella collana In cucina con Laura Rangoni. Il libro si occupa dei primi piatti a 360° e quindi include oltre la pasta anche il riso, le zuppe, le minestre, i soufflè, la polenta e così via ma già considerando la ricca sezione dedicata alla pasta avrei potuto proporre qualcosa di originale e leggero che strizzasse comunque l'occhio alla tradizione perché l'intento del libro è proprio quello di valorizzare i prodotti del territorio con leggerezza sfruttando al meglio gli ingredienti. E' un libro indispensabile anche per chi vuole avvicinarsi alla cucina della tradizione perché riporta più o meno tutte le più note ricette di primi tradizionali ma è scritto col tono amichevole tipico di Laura che con suggerimenti, consigli e piccoli trucchi ti accompagna nella realizzazione del piatto senza sprechi di tempo denaro e fatica.
Avrei potuto dicevo attingere qua e là ma si tratta di un contest e quindi ritengo che data un'occhiata a riviste e ricettari, bisogna far tesoro dei suggerimenti ma ideare qualcosa di originale davvero. Mi sono lasciata guidare dal mio frigorifero, ho aggiunto una nuova condizione al tema del contest (non voglio uscire  a comprare nulla vediamo che trovo nel frigo). Avevo dei freschi fagiolini, un melone retato, il mio prosciutto spagnolo sottovuoto e una fetta di ricotta salata del Caseificio Spadi Enzo, ho creato una golosa, leggera e gustosa insalata di penne integrali cui ho aggiunto verve con qualche goccia di tabasco e foglioline di sedano tritate.
Ingredienti per 4 persone:
180 g di penne integrali
150 g di fagiolini lessati
1 melone retato
150 g di paleta ibérica o prosciutto crudo
100 g di ricotta salata
olio extravergine d'oliva
1 ciuffetto di foglie di sedano
sale e pepe nero
tabasco
Lessare al dente la pasta in acqua bollente salata. Intanto tagliare in due il melone pulirlo dai semi e ricavarne tante palline con uno scavino. Raccogliere le palline di melone in una ciotola. Tagliare il prosciutto a pezzetti non troppo spessi e grossi, unirli al melone, aggiungere i fagiolini tagliati a tocchetti di due centimetri circa, salare, pepare, unire le foglie di sedano tritate finemente e olio extravergine d'oliva, aggiungere la pasta lessata e mescolare bene in ultimo unire la ricotta salata a scaglie. Se si desidera servire l'insalata in versione finger food. Si può condire la pasta con l'insalata di fagiolini e ricotta e servirla nelle ciotoline accompagnando con piccoli spiedini di melone (condito in precedenza con gli stessi condimenti dell'insalata) e prosciutto alternati tra loro.
Reazioni:

Insalata di pasta con melone e prosciutto

Cocò 2012-06-19 Media Voti 5,0 su: 1

7 commenti:

Atmosfera Italiana ha detto...

Interessante e simpatica la ricetta :-)))))) simpatica anche la presentazione :-)

Alessia ha detto...

beh la presentazione è sempre fondamentale nei piatti e la rivisitazione del melone e prosciutto con la pasta è proprio speciale..
in bocca al lupo per il contest

Doriana ha detto...

Concetta sei bravissima!! Con questo caldo anche la voglia di fare la spesa è pari a zero, ci si riempie il frigo ogni tanto, poi ci si fa bastare quanto c'è!!
Bacio!!

danibyte ha detto...

Ciao! Scusami ma.. per 4 persone 180 gr di penne? 45 gr a testa???

danibyte ha detto...

Ciao! Scusami ma.. per 4 persone 180 gr di penne? 45 gr a testa???

CoCò ha detto...

@Doriana anche se compro sempre tanto in effetti e il frigo è molto fornito
@Danibyte esattamente perché è un'insalta, la pasta c'è ma c'è anche tanta frutta e verdura e quindi basta,ma nulla vieta di presentare le stesse dosi a sole 2 persone affamatissime o a 12 in versione finger food

Tina/Dulcis in fundo ha detto...

ciao e complimenti per tutte le delizie che prepari,in bocca al lupo per il contest,mi sono unita,se ti va di ricambiare ti aspetto nella mia cucina:)un bacio,a presto ^_^

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!