2014-05-23

Pirofila La Porcellana Bianca, Tessuto Busatti
Ancora le fave si trovano e se come me avete poco tempo a disposizione vi suggerisco una succulenta ricetta, di facilissima realizzazione che permette di essere sfruttata in due maniere differenti, una ricetta per due piatti sostanzialmente. Brasato di muscolo con le fave, perfetto come base e condimento per un fantastico risotto. E siccome sul piatto, che ho già detto essere semplice, non voglio oltre soffermarmi, alla vigilia di Cantine Aperte (a proposito date un'occhiata a quelle che aderiscno alla manifestazione è sempre molto interessante far visita ad un produttore) mi soffermo sul vino che l'accompagna.
Ho scelto un vino simbolo della regione Puglia: il Negroamaro, un rosso piacevole e di corpo, prodotto dall'omonimo e autoctono vitigno salentino in questo caso dalla Masseria Altemura, un'azienda del gruppo Casa Vinicola Zonin che annovera in sè ben 10 tenute distribuite su tutto il territorio nazionale per preservare la tradizione vitivinicola di igni area e permetterne la conoscenza in tutto il mondo. La Masseria Altemura sorge in un luogo magico nel cuore della penisola salentina, una terra dal carattere mediterraneo in cui Gianni Zonin ha individuato  il potenziale progetto di contribuire alla rinascita della vitivinicoltura pugliese. Viti che affiancano ulivi secolari ed un copus di edifici restaurato con materiali originali fanno della Msseria un luogo di ricercata ospitalità e un fiore all’occhiello tra le aziende agricole della Puglia.
Piatti La Porcellana Bianca, tovagliolo Busatti
Il piatto, anzi i piatti ce li abbiamo e il vino anche. O ra, se vi mancano gli argomenti da sciorinare a tavola provvedo anche a quelli. Noi italiani siamo l'unico popolo che adora parlare di cibo almeno quanto mangiare e spesso facciamo le due cose insieme. 
Ci interroghiamo sull'origine degli alimenti (ed è cosa buona) e sulla storia di ogni piatto. Quelle conversazioni di fine pasto, briciole d'intelligenza, così come quelle briciole che prima del dessert venivano raccolte (e non buttate), sono state raccolte in un libro per non disperderle. Un libro che ha il sapore di una vivanda gustosa e piacevole da accompagnare alla "bevanda calda dell'intelletto". La cucina dei numeri primi di Giovanni Ballarini pubblicato da Orme Tarka con prefazione di Massimo Montanari è un libro sui mille segreti della cultura del cibo. Molto da apprendere dalle sue pagine: antiche consuetudini spesso ormai perdute, tante etimologie. Storie di cibi e frivolezze di cucina mirabilmente narrate.
Il genio del gusto di Alessandro Marzo Magno pubblicato da Garzanti ci racconta invece come il mangiare italiano ha conquistato il mondo. La nostra cucina ha accolto nel tempo ingredienti da tutto il mondo, li ha reinventati e li ha fatti propri costruendo intorno al cibo una cultura originale e una identità collettiva. Chi avrebbe mai detto che la pizza, la pasta, il caffè e il cornetto non hanno origini italiane? Eppure è così, ecco il genio della cultura gastronomica italiana, assorbire l'esotico mescolarlo al casalingo e ridarlo al mondo in versione nuova del tutto personale, imponendosi come sinonimo di qualità, benessere e autenticità. Tante sono le scoperte che farete leggendo questo libro in cui vi sono narrate storie di innovazione e coraggio imprenditoriale tutte italiane.
Brasato di muscolo con le fave 
Ingredienti:
1-1,2 kg di muscolo bovino
2 cipollotti
1 tazza di fave sgusciate
salsa di soia
olio extravergine d'oliva
Legare il muscolo e rosolarlo in un fondo d'olio, unire i cipollotti affettati e lasiar appassire, aggiungere la salsa di soia (mezzo bicchiere circa) e 1 bicchiere d'acqua e lasciar cuocere per due ore circa, rabboccando d'acqua se dovesse asciugare troppo. Quando manca mezz'ora aggiungere anche le fave, assaggiare e aggiungere eventualmente ancora un po' di salsa di soia che farà da sugo. Quando è pronta affettare la carne e servire con l'intigolo e le fave. 
Con l'avanzo di carne e intingolo si può preparare un ottimo
Risotto al brasato di muscolo con le fave
Ingredienti per 4 persone:
2-3 fette di muscolo brasato con l'intingolo di fave e cipollotto
160 g di riso carnaroli
brodo di carne
1 noce di burro
parmigiano grattugiato
Tostare il riso in un tegame senza aggiungere condimenti, unire la carne a tocchetti e l'intingolo del brasato con le fave avanzate, aggiungere brodo un mestolo alla volta e portare così a cottura il risotto. A fuoco spento mantecare con burro e abbondante parmigiano grattugiato.
Reazioni:

Una ricetta per due piatti: Brasato di muscolo con le fave

Cocò 2014-05-23 Media Voti 5,0 su: 1

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!