2016-01-15

Gennaio sta correndo via alla velocità della luce e arrivato febbraio siamo subito a Carnevale e San Valentino, ora glissando un po' su Carnevale (ci ritorneremo senz'altro) incomincio a darvi qualche idea per una cenetta a due, che tanto per organizzarsi non è mai troppo presto. Vi starete chiedendo da dove mi arriva questa voglia di "coppia", diciamo che un romanzo rosa sul mio comodino non manca mai specie se ha in qualche modo a che fare con la cucina.
Stavolta mi sono fermata presso la casa editrice Tre60 ed ho scelto per voi due romanzi molto rilassanti.
La dolce tentazione dell'amore è la nuova dolce storia d'amore di Donna Kauffman che ci ha ormai abituati a romanzi ad alto indice glicemico. Un intrigo d'amore appassionante che prende vita sulla piccola e incantevole isola di Sugarberry tra glasse, creme e morbidi impasti e non senza qualche colpo di  scena. Una di quelle storie leggere e mielose nelle quali ogni tanto vale la pena immergersi per estraniarsi e disintossicarsi un po' dalla vita reale. Non mancano alla fine le dolci ricette dell'autrice.
Barcellona mi amor è l'ultimo romanzo di Melinda Miller pseudonimo dietro cui si cela una coppia italiana che da tempo vive in Inghilterra. Si sono conosciuti in aeroporto, si sono innamorati a Londra, si sono sposati e poi hanno deciso di raccontare una storia d'amore simile alla loro con un pizzico di fantasia in più nel romanzo London in love che tanto successo ha avuto. Ora ci riprovano con una storia che profuma di tapas e sangria ambientata nell'incantevole capitale catalana, narra di un amore che il destino fa iniziare proprio nel giorno della festa degli innamorati Sant Jordi che a Barcellona si festeggia il 23 aprile. Enrique, giornalista, grande gourmet che recensisce ristoranti firmandosi con uno pseudonimo e Paloma proprietaria della libreria Bésame Mucho sono i due protagonisti di questo brillante romanzo che ci farà esclamare Barcellona mi amor!
Il piatto che vi propongo è un antipasto (volendo può fare anche da secondo freddo dipende dalle porzioni e dalle stagioni) non ha bisogno di preparazioni lunghe ma solo di una scelta accurata della materia prima è una tartare di carne che propongo in abbinamento a degli squisiti grissini dalla forma particolare realizzati con il medesimo impasto di pane delle ciotoline di cui vi ho parlato qualche post fa, una combinazione che piace molto a mio marito.
Carne tartara con grissini all'orzo e semi di lino
Ingredienti
Per il pane:
200 g di farina di orzo*
200 g di farina di frumento 0
250 ml di acqua
1 cucchiaio colmo di lievito madre secco
2 cucchiai di semi di lino
1 cucchiaio di olio
1 cucchiaino di sale
Per la carne tartara:
400 g di filetto di vitellone
1 limone
sale 
pepe
olio extravergine d'oliva
2 cucchiai di senape
1 cucchiaio di capperi di Pantelleria**
2-3 cetriolini all'aceto
Preparare l'impasto del pane mescolando le farine, i semi, il sale, il lievito e aggiungendo olio e acqua. Lasciar lievitare l'impasto al raddoppio e poi stenderlo a rettangolo. Tagliarne strisce di circa un centimetro e arrotolarle tra le mani facendole diventare bastoncini, dare la forma desiderata in teglia. Lasciar riposare ancora e cuocere in forno caldo alla massima temperatura finché prenderanno colore.
Tritare la carne con il coltello dopo averla abbattuta in freezer per qualche ora. Condire con sale, pepe, olio, succo e scorza di limone, senape, capperi e cetriolini tritati. Lasciar risposare in frigo un paio d'ore prima di servire. Con l'aiuto di un coppapasta dare la forma desiderata alla carne, accompagnare con i grissini e a piacere con cetriolini e senape.*Farina di orzo e farina 0 sono quelle di Plurimix-Point**Capperi della Cooperativa dei produttori di Capperi di Pantelleria
Reazioni:

Carne tartara con grissini all'orzo e semi di lino

Cocò 2016-01-15 Media Voti 5,0 su: 1

4 commenti:

Ely ha detto...

Leggerti arricchisce sempre. La presentazione di questi grissini sulla tartara è delicata ed artistica! <3 Che bello poter gustare un piatto simile mentre ci si gode uno dei tuoi suggerimenti letterari! Un abbraccio!

andreea manoliu ha detto...

Un piatto sfizioso e tanto gustoso !

Antro Alchimista ha detto...

Cercherò sicuramente quel libro e intanto mi godo questo sfizioso piatto! :)

CoCò ha detto...

Laura ogni tanto qualche libro leggero ci vuole per dare un po' di leggerezza alla nostra pesante esistenza

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!