2018-05-31


Ed eccovi il mio nuovo articolo per I percorsi del gusto
Vedere ragazzi giovani mettersi in gioco per realizzare i propri sogni investendo tutto  qui in Calabria ove tutti, al contrario, fanno a gara per partire, succinta in me sempre una certa ammirazione mista ad una non celata emozione.
Stavolta sono andata a conoscere i proprietari di De Gustibus una griglieria  - pizzeria aperta allo scalo di Montalto da qualche mese. Ci attrae inizialmente il logo un elmo romano con un peperoncino al posto della cresta, originale e molto creativa. Il luogo è gradevole e accogliente ed i richiami alla cultura latina ci sono nelle iscrizioni presenti oltre che nel nome, ma soprattutto c'è la carne di qualità arrostita a dovere.
La pizza, che presenta un impasto a mezza via tra napoletano e cosentino,  la volgiamo assaggiare dopo aver saputo che lievita 72 ore ed in effetti la specialità del pizzaiolo, con mortadella e pistacchio, ci garba davvero.
Ovviamente la nostra cena prosegue con l'arrosto misto  di carni provenienti da ogni dove: filetto e tagliata eseguiti magistralmente, il Wagyu australiano  sembra insuperabile ma solo finché assaggiamo la Picanha brasiliana. Anche le patate 'mpacchiuse sono inconsuete con l'aggiunta di cipolla rossa. Buono il tortino al cioccolato dal cuore caldo e il tiramisù gelato corposo e ricco di mascarpone che scegliamo tra le proposte dolci del giorno.
Per l'estate sono già pronti ad allestire lo spazio esterno e noi ci promettiamo di ritornare sicuri che la voglia di buona carne ci rimetterà sulla stessa strada.
De Gustibus Griglieria-Pizzeria

Via Salvatore Quasimodo snc

Montalto Uffugo (CS)

Tel. 0984 180 6200

2018-05-17


Bene ragazzi per chi continua a pensare che qualche chiletto in più se accompagnato da estremo piacere ci sta o per chi dice sto  sempre a dieta ma una volta uno sgarro me lo concedo, magari a colazione, eccovi la ricetta perfetta che più perfetta non si può tanto che io la chiamo la colazione degli dei.
Pane integrale, brie, noci o mandorle a piacere e poi miele millefiori meglio se biologico Rigoni di Asiago.
Un buon caffè lungo, caldo e corroborante sarà il compagno perfetto di questa colazione, nessuna stagione esclusa. 
Provare per credere amici.

2018-05-10

Nei miei Percorsi del gusto  vi ho raccontato ad oggi tante belle storie e quella odierna è una di esse. Una storia fatta d'impegno e dedizione costanti per la propria attività, una storia fatta di coraggio e di possibilità, una storia che ci insegna a non piegare il capo davanti alle difficoltà ma a lottare sempre per portare avanti con onestà il progetto intrapreso.
E' la storia del Lulapaluza di Rossano, un punto di riferimento per tutta la costa, un locale ormai storico che riapre con il "vestito nuovo" ed una rinnovata energia dopo il triste episodio dell'incendio che lo ha visto protagonista lo scorso anno. Vi racconto il Lulapaluza di oggi, un locale fresco e curato che, negli arredi Industrial Style, fa pensare ad uno di quei locali delle spiagge Californiane. Prevale il bianco abbinato al color cioccolato e a quelle punte di turchese che immediatamente ti localizzano in zona  marina. Il Lulapaluza, da sempre molto originale, si continua a scegliere per la location, per i raffinati e semplici piatti di pesce e, perché no, anche per l'ottima pizza fronte mare. Il Lulapaluza ci permette di godere il mare in ogni stagione e per questo lo amiamo.
Meraviglioso per un pranzo di primavera è la meta ideale per godere appieno anche delle prime giornate di sole e noi lo abbiamo scelto un sabato a pranzo. 
L'accoglienza è calda ed estremamente garbata e l'immancabile sardella arriva al tavolo a darci il benvenuto.
Assaggiamo una deliziosa insalata di mare , del baccalà alla rossanese, un tortino di salmone e zucchine con crema di patate viola e un originale cannolo con ripieno di pesce, pistacchi e salsa di rapa rossa, bellissimo oltre che buono.
I primi sembrano tutti invitanti ma non ci pentiamo di aver scelto spaghetti ala chitarra freschi in due versioni: con vongole e bottarga e con alici, pomodorini e finocchietto. Un'esplosione di mare, un tripudio di profumi e gusti.
Non resta che spazio per il dolce al quale non rinunciamo di certo visto che li fornisce Tagliaferri. Ottima la Napoleone al pistacchio ma ancor di più la caprese con gelato alla vaniglia che ci conquista con i suoi contrasti.
Non resta che tornare più in là quando gli ombrelloni aperti invoglieranno a godere il panorama esterno.
Lulapaluza Ristorante Pizzeria
viale Mediterraneo
87067 Rossano (CS)
tel. 0983 290526
cell. 328 2041543
email: giovannisiepe@gmail.com

2018-05-03

A maggio non posso non parlarvi di fave, i campi ne sono pieni e poi così fresche, leggere e gustose si prestano alla realizzazione di tanti piatti. 
Le fave fresche, povere di grassi, sono fonti di vitamine, soprattutto la C e molte del gruppo B, di vitamina A ed E; sono ricche di minerali, contengono ferro, potassio, fosforo, calcio, sodio, magnesio, rame, selenio.
Ve le presento in modo estremamente semplice, cotte al vapore e condite in insalata con cipollotto fresco, olio, sale e pepe, prezzemolo, succo e scorza di limone servite con salmone affumicato e quinoa rossa e bianca. Un piatto che mi ha conquistato per gusto e leggerezza. La quinoa potete sostituirla con riso, farro, orzo o anche pasta a seconda del vostro gusto.
Ingredienti per 4 persone:
3 tazze di quinoa mista già lessata (si vende anche già pronta come il mais)
2 tazze di fave sgusciate e cotte al vapore 
120 g di salmone affumicato
1 cipollotto fresco
1 limone
prezzemolo
olio extravergine d'oliva
sale e pepe
Mescolare fave e quinoa, tagliare a striscioline il salmone e a fettine sottili il cipollotto, condire con poco succo di limone emulsionato con olio, scorza di limone grattugiata, prezzemolo tritato, sale e pepe.
Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!