2019-09-26

Dove sono stata questa volta per Diritto di Cronaca? Leggete e lo scoprirete.
Nella ristorazione attuale, in cui i locali hanno cicli di vita piuttosto brevi e spesso non sono in grado di lasciare traccia nella futura memoria, guardo con ammirazione alcuni locali che, fedeli alla propria linea,  hanno fatto dell'attività una missione al servizio del consumatore e riescono a crescere ed evolversi secondo le esigenze altrui senza tuttavia snaturare il proprio essere.
A Cosenza, a due passi dall'attiva Piazza Bilotti, in una stradina laterale da un quarto di secolo Pasquale e Roberto portano avanti la loro "missione". Al Vicoletto è il nome del ristorante che in città tutti conoscono e che, in barba alle mode passeggere, continua a proporre con successo piatti di cucina locale e nazionale riuscendo comunque a guadagnare consensi.
Il posto è caldo e accogliente come una bella osteria e i proprietari sono infaticabili, portano il loro sorriso di tavolo in tavolo presentando con amore ogni pietanza di mare o di terra che viene fuori dalla cucina. Come antipasto, visto il periodo propizio, ci abbandoniamo al tris di porcini: panati e dorati, in carpaccio  e arrosto che degustiamo con crostoni al lardo di Colonnata e olio tartufato e un'aerea e freschissima ricottina servita con confettura al peperoncino.
Dallo smisurato menù decidiamo di assaggiare i fusilli freschi con sugo alla cosentina, un piatto ricco di tradizione e sapore ed i più nuovi ma altrettanto gustosi paccheri al nero di seppia con pecorino, un piatto che chi ama mangiare può solo apprezzare vista la ricchezza di gusto.
Per secondo riusciamo a dividere in due una tagliata di tonno che si scioglie a dir poco in bocca servita con cipolla rossa in agrodolce.
Chiudiamo questo soddisfacente pasto con cantucci fatti in casa, un ottimo passito e una gradevole chiacchierata con il sig. Pasquale.

Ristorante Al Vicoletto
Via F. Simonetta, 9, (Traversa Gioia) Cosenza
Tel. 0984 791609
https://www.facebook.com/al.vicoletto/

2019-09-20

Sono diventata un po' pigra in cucina e in realtà preparo spesso le stesse cose, quelle collaudate che ormai sono i miei piatti. Ogni tanto però mi abbandono alla fantasia e ritornano in me gusti e sapore assaggiati qua e là. In questi momenti sono capace di creare davvero un buon piatto come quello che vi presento oggi che viene penalizzato dall'aspetto non esaltante in totale contrasto con il gusto che riesce a unire alla perfezione melanzane, 'nduja e fagioli...provate prima di dire no. Il punto di partenza di questa ricetta sono le melanzane, bisogna arrostirle e poi tolta la pelle frullarle con olio aglio sale e un ciuffetto di prezzemolo, ovviamente se avete la fortuna di cuocerle alla brace anziché in forno il gusto del piatto sarà di gran lunga superiore perché guadagneranno una nota di affumicato altrimenti non riproducibile, I fagioli scelti sono i cannellini che dopo essere stati lessati saranno ripassati un padella con un fresco sughetto di 'nduja e  pomodoro cui aggiungere la crema di melanzane preparata.
Ingredienti per 4 persone:
500 g di trofie fresche
1 tazza di fagioli cannellini lessati
2 cucchiai di 'nduja
1 spicchio d'aglio
1/4 di cipolla
2 cucchiai di passata di pomodoro
basilico
prezzemolo
1 melanzana arrostita
olio extravergine d'oliva
sale
Prelevare la polpa dalla melanzana e frullarla con olio, sale, una puntina d'aglio e un po' di prezzemolo fino ad ottenere una crema.In un tegame capace soffriggere la cipolla tritata, l'aglio restante intero con un po' d'olio e la 'nduja, togliere l'aglio e unire la passata di pomodoro ed i fagioli, lasciar insaporire aggiungendo il basilico, unire la crema di melanzana e ripassare dentro al sughetto la pasta, unendo qualche cucchiaio di acqua di cottura se dovesse risultare troppo asciutta.

2019-09-05

Al ritorno dalle vacanze si ha voglia di tornare alla sobrietà allontanandosi dagli eccessi frequentando magari qualche piccolo paradiso, dove lasciarsi coccolare ed accudire per un paio d'ore, anche in città. Ho scoperto per Diritto di Cronaca nella nostra Cosenza un insolito luogo dove, varcata la soglia, si può conoscere un pezzetto di Toscana, assaporarne i gusti in un ambiente che riporta alla terra toscana oltre che nei sapori, nei profumi, nei colori, negli arredi. 

Gusto Toscano offre tutto ciò in un clima di sobrietà, eleganza, garbo e cortesia che vengono annunciate appena entrati dal fascino discreto di Patrizia e della sua collaboratrice che si muovono sorridenti e solerti tra i tavoli come fossero api operose.
Sfogliando il menù ci si dimentica di essere in Calabria e diventa sempre più forte la voglia di assaggiare i piatti proposti e di cui sono curiosamente riportate anche alcune ricette. Veniamo piacevolmente interrotti da un piccolo benvenuto: una fondutina di formaggio con tartufo e crostini di pane al timo, davvero deliziosa. Come antipasto assaggiamo il carpaccio con tartufo e misticanza che condiamo con olio toscano scelto tra quelli proposti e scaglie di sale macinato al momento ma non vogliamo assolutamente perdere la selezione di salumi toscana proposta nell'omonimo antipasto - prosciutto e salame di cinta senese, finocchiona, salame al tartufo e bresaola di cinghiale - il meglio dell'arte norcina toscana servito con pani e gustosa focaccia.

Dividiamo in due primo e secondo, che sarebbero altrimenti ben abbondanti, per poter assaggiare le consistenti pappardelle al ragù di cinghiale con porro croccante e il corposo filetto di Chianina scaloppato al Chianti, gusti diversi seppure in linea con quelli locali.
Concludiamo con una cheesecake non toscana ma "toscanizzata" con la base di cantucci sbriciolati e non possiamo andare via senza assaggiare una golosa selezione di cantucci con amaretto toscano.
Gusto Toscano è un luogo che unisce due terre differenti per storia e percorsi ma con tante analogie se ci si ferma a riflettere un po', io esco dal locale felice di aver assaporato per una sera qualcosa di diverso dal consueto.
Gusto Toscano -Tuscan bistro 
Via Isonzo, 22 Cosenza
https://www.facebook.com/GustoToscanoCs/ 
 info@gustotoscano.net 
Tel.  0984 178 2270

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!