2012-02-08

Vassoio e runner collezione Impronte di Wald

Si fa presto a dire un panino e una birra. Si ma che panino e che birra? Procediamo con ordine, sapete che in Italia sempre più si producono birre artigianali di eccezionale qualità, ecco, le birre di Zago sono certamente tra le migliori. Parlo di birre artigianali non pastorizzate, senza conservanti, prodotte da un'azienda nata nel 1978 in provincia di Pordenone dall'amore di Mario Chiaradia, il titolare, per le “Living beers” ovvero Cuvée di malto vive, ricche di lieviti, artigianali e non pastorizzate. Zago dopo trent'anni di onorata attività non produce solo birre di alta qualità senza aromatizzanti e conservanti ma altri prodotti a base di birra come le gelatine di birra e una selezione di caffè provenienti da tutto il mondo, ma di questo vi dirò più avanti, ora torniamo all'argomento di oggi. La birra che ho scelto per il "matrimonio" di oggi è una  SaintHubert, una bionda doppio malto con note di frutta fresca e crosta di pane caldo. Ovviamente per accompagnare una birra di tal fatta non potevo andare dal fornaio e prendere un comune panino da farcire con un comune ripieno, no! Volevo un panino speciale preparato con una farina speciale e così ho preparato le ciabatte con il poolish di Sara Papa con la farina Petra1 di Molino Quaglia, fatele vi prego ma procuratevi la farina giusta se no a che serve c0nsigliarvi. Per il ripieno ci voleva qualcosa che fosse all'altezza dell'involucro e della birra d'accompagno così delle fette di roastbeef preparato in casa, un po' di Provola Iblea dolce e delicata dipasQuale formaggi, dei carciofi dorati in padella con cipolla e una salsa, anzi un'ultrasalsa di funghi porcini cipolle e menta della linea Salse al Cubo3, senza coloranti, senza additivi e senza conservanti. 
Ma ora la ricetta delle ciabatte al poolish
Ingredienti
Per il Polish:
300 g di farina Petra1
300 g di acqua
7,5 g di lievito di birra
Per l'impasto:
600 g di farina Petra1
375 g di acqua
9 g di lievito di birra
9 g di malto o miele

18 g di sale
semola di grano duro rimacinata per la spianatoia
Preparere il poolish: sciogliere il lievito nell'acqua a 22°c aggiungere la farina setacciata e impastare facendo attenzione a non formare grumi, lasciar lievitare 2 ore. Mettere in una ciotola la farina per l'impasto, il malto e il sale. Diluire il lievito nell'acqua, versare il composto sul poolish e malgamare. Versare il composto nella ciotola della farina e impastare. versare l'imapsto in una ciotola unta d'olio e far lievitare ancora 1 ora. Rovesciare il composto su una spianatoia cosparsa di semola e spolverizzare di semola anche la superficie. Tagliare delle strisce di 5x10 cm e porle sulla spianatoia con il taglio verso l'alto appiattire con le dita allungando un po' e porle su una teglia con carta forno cosparsa di semola. Lasciar lievitare coperte fino al raddoppio. Cuocere in forno caldissimo con una ciotola d'acqua sul fondo per creare umidità.


*Quando farcite il panino vi consiglio di condire la carne con un filo d'olio e qualche granello di sale rosso Alalea delle Hawai ne esalterete ancor più il sapore. 
Reazioni:

Un panino per una birra

Cocò 2012-02-08 Media Voti 5,0 su: 1

6 commenti:

Mila ha detto...

Con questa vista ho una fame...Non è orario per aver fame!!! :(

bruna ha detto...

Cosa darei per un panino così!! Quelle ciabattine ti sono venute splendide!

Vaty ha detto...

altro che panino.. SIGNOR CIABATTA !!
Sempre piena di risorse :-))
A presto, Vaty

MONIA ha detto...

io sono astemia e mi chiedevo se posso barattare con la birra un secondo panino!!!ahahaha ^_^

Dida70 ha detto...

wow Cocò, ogni tuo post è un 'compendio' di letteratura culinaria, che brava che sei!!!
magnifico questo panino e molto molto gradite le notizie sulle birre artgianali!
un abbraccio
dida

CoCò ha detto...

Grazie a tutte per i commenti, Dida che piacere ritrovarti il fatto è che mi piace mangiare ma ancor più parlare di cibo

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!