2012-10-23

Ho messo di nuovo la Svizzera nel piatto e stavolta l'ho fatto con una pietanza dedicata ai bambini ed alla notte più "macabra" dell'anno ma che son certa piacerà tantissimo anche ai grandi.
Una pizza, un piatto tipicamente italiano, anzi che più italiano non si può, rielaborata in forma divertente e con una gustosa farcia di zucca alla paprika e formaggi svizzeri.
Non che per far mangiare la pizza ai bambini ci sia bisogno di inventarsi una nuova forma, è così buona che la mangerebbero anche frullata nel biberon però per fargli mangiare una pizza con la verdura sopra può essere molto utile. L'idea me l'hanno fornita due splendidi libricini dedicati all'argomento.
Oggi pizza! di Erminio Bonanomi è stato pubblicato da Marna ed è un vero e proprio Manuale per piccoli pizzaioli come si legge nel sottotitolo. La storia, i giusti attrezzi, l'impasto base, il dizionario dei pizzaioli e tante diverse pizze dalle più classiche alle speciali dedicate ad ogni occasione per diventare esperti pizzaioli già in tenera età. Per Halloween c'è la pizza a forma di zucca con carote e rucola mentre la pizza stella nel libro è dedicata alla notte di San Lorenzo.
Una vera e propria storia da leggere ai più piccoli (ideale da 3 a 6 anni) quella pubblicata da Sassi Junior, scritta da Laura Novello e illustrata da Matteo Gaule. Un libro completamente ecologico, come tutta la collana di cui fa parte, stampato su carta riciclata con inchiostri ecologici. Nina e Nello La pizza è il titolo di questa divertente avventura in rima in cui i due curiosi e osservatori bambini protagonisti insegnano ai loro coetanei a rispettare ed amare la natura anche in cucina scegliendo ingredienti semplici e naturali. Non manca ovviamente la ricetta della pizza e tante idee per realizzarla in modo creativo (pizza pagliaccio, pizza gnometto, pizza a cuore, a stella con salamino e acciughe, ma anche luna e sole).

La cucina naturale è il tema centrale del curioso e divertente volume Piccoli chef in cucina pubblicato da Tecniche Nuove. Il libro, colorato e molto gradevole, è scritto dai bambini del Club delle magiche gemme di Alessandria a cura di Paola Reverso, l'animatrice del club, con disegni di Maria Chiara Di Palo.
Una ventina di bambini che parlano ciascuno di un ingrediente della cucina naturale: cereali, legumi, verdure, carni bianche, latticini, frutta, cioccolato, presentano ai lettori le proprie scoperte, le ricette da realizzare da soli, quelle in cui c'è bisogno dell'aiuto di un adulto e tanti giochi da fare con penna, matita e pennarelli. Martina (una delle bambine del club di soli 8 anni) nel suo capitolo dedicato alle farine biologiche macinate a pietra afferma che "Anche le verdure diventano più buone se le metti sopra la pizza o nel ripieno dello strudel preparati con le farine biologiche macinate a pietra" questo in risposta a chi pensa che i bambini debbano nutrirsi solo di cibi raffinati perché non soo in grado di apprezzare le cose sane, siamo piuttosto noi non in grado di proporgliele.
Non manca il capitolo dedicato alla zucca nel libro Esperimenti con frutta, verdura e altre delizie scritto da Claudia Bianchi, Annalisa Bugini, Lorenzo Monaco, Matteo Pompili, illustrao da Federico Mariani e pubblicato da Editoriale Scienza, nella collana A tutta scienza. Piccole zucche ornamentali che diventano strumenti musicali e la storia di come abbia fatto la zucca a diventare il simbolo di Halloween. Non ricette in questo libro ma tanti modi per avvicinarsi comunque agli alimenti più sani e buoni che la natura ci offre.
E se spesso ci tocca camuffare frutta e verdura per invogliare i nostri pargoli a  consumarne vi siete mai chiesti come fanno i bambini vegetariani? Se volete approfondire l'argomento perché siete vittime del  pregiudizio che la dieta vegetariana non sia equilibrata ed anzi la ritenete non consona all'alimentazione di bambini e adolescenti esiste una guida che vi farà cambiare idea, VegPyramid Junior pubblicato da Sonda e rivolto a genitori e pediatri. Un menu vegetariano equilibrato, completo ed anche gustoso è possibile e ce lo confermano gli autori del libro Leonardo Pinelli pediatra ed esperto di nutrizione, Ilaria Fasan dietista dedicata alla nutrizione pediatrica e Luciana Baroni, dirigente medico esperta di nutrizione e dietetica.
Pizza-stella con zucca alla paprika e formaggi svizzeri
Ingredienti
Per la base:
250 g di farina biologica macinata a pietra (oppure una 00)
150 ml c.a. di acqua tiepida
1 cucchiaino di sale
1 puntina di zucchero
1/8 di lievito di birra (circa 3-4 grammi)
2 cucchiai di olio
Per il condimento
1/2 kg di zucca
1 spicchio d'aglio
olio extravergine d'oliva
1 cucchiaio raso di paprika dolce
passata di pomodoro
origano
olio extravergine d'oliva
sale
formaggio Gruyere 200 g
2 cucchiai di Sbrinz grattugiato
Preparare l'impasto lavorando energicamente la farina con l'acqua nella quale sarà stato sciolto il lievito, l'olio, il sale e lo zucchero, lasciarlo lievitare a lungo anche 3-4 ore in una ciotola coperta con un foglio di pellicola.
Intanto affettare la zucca e stufarla in padella con un filo d'olio, l'aglio e un pizzico di sale, non occorre aggiungere acqua. Lasciar cuocere finchè risulterà ben asciutta (non deve assolutamente restarvi acqua)ed omogenea,quasi una crema, unire la paprika e regolare eventualmente di sale.
Stendere la pizza in teglia mezz'ora prima di cuocerla, condirla con un po' di passata di pomodoro, distribuirvi sopra la zucca, il Gruyere a fette e completare con una spolverata di Sbrinz. Infornare nel forno preriscaldato alla massima potenza, meglio funzione pizza, finchè risulterà dorata sopra e sotto.

Per la realizzazione della ricetta ho utlizzato farina Petra3 di Molino Quaglia.
Anche con questa ricetta partecipo al contest La Svizzera nel piatto organizzato dal Consorzio Formaggi della Svizzera in collaborazione con il blog Peperoni e patate.
Reazioni:

La stella-pizza per la notte di Halloween

Cocò 2012-10-23 Media Voti 5,0 su: 1

2 commenti:

Tery B ha detto...

Ma che idea carina che hai avuto!!! Pensare ai bimbi e ad Halloween è veramente un pensiero dolcissimo!!!!
Bravissima!!!!

Dida70 ha detto...

quante idee letterarie che ci proponi Cocò, una più interessante dell'altra!
bellissima la stella pizza!
un abbraccio
dida

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!