2014-03-28

Piatto in foglia di palma Verdiamo, presine Busatti
E' un trucco da chef  il titolo dell'ultimo libro che mi ha incuriosito, lo ha scritto Alessia Vicari ed è pubblicato da Gribaudo. Ne sono rimasta attratta forse perché il sottotitolo recitava 10 tecniche per 100 piatti infallibili e forse anche perché ho pensato che doveva essere scritto in pieno stile Vicari, ovvero accessibile a tutti ed in effetti gli ingredienti della premessa ci sono tutti, il libro è come un percorso tra tecnica, alchimia e creatività ed è perfetto per chi è ama cucinare ma è a digiuno di tecnica. La cucina non è improvvisazione ma una scienza esatta, se si è in grado di far propri i trucchi degli chef si arriverà a portare in tavola piatti eccezionali con uno sforzo minimo. Non avrei mai pensato di poter cucinare un perfetto roast beef utilizzando il microonde e invece grazie al libro ce l'ho fatta. Poi le ricette realizzate con le tecniche acquisite e presentate nel volume sono davvero sfiziose e originali.
Non sempre tutto è come appare, gli chef sono maestri nel compiere magie e leggendo il libro della Vicari mi sono accorta che seppure non volendo qualche magia in cucina la compio anch'io. Siccome friggere non è troppo salutare e neppure mi piace tanto ho scoperto che le patatine si possono "friggere" pure al forno e così crocchette e polpette. Faccio la gioia dei miei bambini e allo stesso tempo mi facilito il compito.
Polpette-spiedino panate e patataine "fritte" al forno
Ingredienti per 4 persone:
800 g di patate
350 g di polpa di pollo (cosce e sovraccosce)
150 g di mortadella
100 g di pane raffermo
2 cucchiai di grana
latte
1 uovo
olio extravergine d'oliva
sale e pepe
2 albumi e pangrattato per la panatura
 Pelare le patate e tagliarle bastoncini, lasciarle immerse in acqua fredda per mezz'ora circa. Asciugarle per bene con un canovaccio e distenderle su una teglia in un solo strato. Irrorare con olio e infornare in forno ventilato a 190°. Rigirare quando inizieranno a fare la crosticina e salare solo alla fine.
Per le polpette-spiedino: ammollare il pane nell'acqua strizzarlo bene ed impastarlo con la carne, la mortadella tritata finemente, il formaggio, l'uovo, sale e pepe quanto basta. Suddividere il composto in 8 parti e dare ad ogni porzione la forma di un salsicciotto, passarli nell'albume e nel pangrattato e dopo averli infilzati ad uno spiedo stenderli in una teglia sopra un foglio di carta forno. Lasciare in frigo per mezz'ora prima di cuocerli irrorando con un filo d'olio in forno insieme alle patatine. 
*Per la ricetta ho utilizzato mortadella LaBlu di Felsineo
Reazioni:

Fritti non fritti: solo trucchi da chef

Cocò 2014-03-28 Media Voti 5,0 su: 1

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!