2015-05-07

Stoviglie La Porcellana Bianca
Domenica è la festa della mamma ed il regalo più grande per me è davvero semplicemente esserlo. Con i bambini sto imparando tante cose, sto imparando sul campo ad essere genitore e soprattutto a capire che non siamo noi a dare a loro ma loro che quotidianamente ci danno e c'insegnano tanto, loro riflettono i nostri difetti inducendoci a migliorare anche come persone e non solo come genitori. Mi accorgo che davvero osservano tutto e mi conoscono più di quanto io conosca me stessa. I momenti educativi si mescolano a quelli ludici ed  è davvero ogni giorno un piacere sempre più grande essere la loro mamma.
Non sono una mamma con tanto tempo a disposizione ma sono molto presente e cerco sempre anche nel mio caotico da fare di introdurre in loro qualche "pilloletta" di amore per il sapere.
Continuano le nostre scoperte gioco con G-Baby del Gruppo Editoriale San Paolo, non solo il mensile, pur sempre ricco di spunti, ma anche gli speciali dedicati ai giochi. Fiabe in gioco stavolta è davvero "di stagione" con Jack e il fagiolo magico e La principessa sul pisello, due storie che già i miei figli amavano e ai cui personaggi hanno potuto finalmente dare un volto. Fiabe da leggere ascoltare, guardare, disegnare e anche colorare quelle di G-Baby Fiabe in gioco.
Ormai siamo diventati più fattivi...usiamo fogli, forbici e colori a tutto spiano. Giulio che è più grande ama moltissimo e sempre più disegnare (come me da piccola) ecco perché non potevamo proprio farci mancare Il mio primo libro pop up Costruisci il Circo pop up pubblicato da Effigi. Il nostro circo tra colori ed intagli sta prendendo vita pagina dopo pagina con giocolieri, clown, leoni e molto altro ancora!
E' bellissimo seguire con loro una storia per imparare magari le tradizioni di un luogo, lo stiamo facendo con La dolce strada di Veronica Grandetti e Nicola Natili pubblicato da Edizioni Il Leccio; una storia sui dolci tradizionali senesi raccontata attraverso gli occhi della piccola e curiosa Caterina, la nipote di una famiglia di mezzadri che in un percorso sentimentale fatto di famiglia, oggetti, luoghi, personaggi, costumi e modi di dire ci porta alla scoperta di del territorio senese e della sua tradizione dolciaria. Già immagino come sarà bello portarli magari in quei luoghi conosciuti attraverso il libro a scoprire dal vivo quei manicaretti di cui abbiamo letto e che magari abbiamo pasticciato nella nostra cucina con le ricette di cui il libro è fornito.
Non è tutto oro quel che luccica però e anch'io sono una mamma imperfetta che perde la pazienza e a volte viene tiranneggiata dai piccoli da cui non riesce sempre a farsi ascoltare.
Ai genitori stressati che si spazientiscono per nulla consiglio un bel libro edito da BUR Urlare non serve a nulla di Daniele Novara per imparare a gestire i conflitti con i figli, per farsi ascoltare e guidarli nella crescita. Io personalmente ho dei noduli alle corde vocali e dovrei stare in assoluto riposo vocale per cui ho fatto di necessità virtù cercando di imparare da Daniele Novara, uno dei maggiori pedagogisti italiani e massimo esperto di conflitti interpersonali che raccoglie in questo libro riflessioni e indicazioni pratiche per spiegare come imparare a controllare le proprie reazioni emotive e riuscire, con la giusta organizzazione, a farsi ascoltare efficacemente e gestire nel modo migliore i conflitti che quotidianamente si generano con i figli. Tante sono le storie vere raccolte nel suo lavoro di sostegno ai genitori – dai capricci dei piccoli ai dubbi sull’uso delle punizioni, dalla divisione dei ruoli tra madre e padre alle tipiche discussioni della prima adolescenza –da cui parte l’autore per mostrarci la strada per un’educazione basata su regole chiare, organizzazione e una buona comunicazione, che mette i genitori in grado di aiutare i figli a crescere, sviluppando tutte le loro risorse.
A parte l'educazione, argomento sempre spinoso, anche in cucina  penso si possano trovare dei punti di contatto per unire genitori e figli e trasformare l'esigenza dell'alimentarsi in gioco e divertimento.

Ho dei bambini sani, al momento senza intolleranze e/o allergie note, però stavolta ho voluto pensare a quai bambini  (tanti purtroppo) che non possono assumere lattosio ed ho ricreato la ricetta dei dolcetti alla crema e frutta privandoli del tutto di latte e grassi animali, il risultato un dolcino leggero che realizzato in piccolo formato permette di giocare con loro all'ora del tè ottenendo una merenda sana, gustosa e giocosa da condividere.
Le tazze del tè le ho sostituite con un modello largo da caffè per ottenere l'effetto miniatura.
Dolcetti alla crema e frutta senza lattosio
Ingredienti
Per la base:
250 g di zucchero
250 g di farina
3 uova
130 g di olio di oliva leggero o di semi
130 g di acqua
una bustina di lievito per dolci
30 ml di limoncello
Per la crema all'acqua:
4 tuorli
 500 ml di acqua
100 g di zucchero
50 g di farina
la scorza di un limone
Per completare:
Fragole e Kiwi o altra frutta fresca
zucchero a velo
Montare le uova con lo zucchero aggiungere i liquidi e poi la farina setacciata con il lievito, versare il composto negli stampini (se si tratta di piccole formine ne verranno oltre 20)e infornare a 180° finché risulteranno dorati. Intanto preparare la crema, portare a bollore l'acqua con la scorza. Montare i tuorli con lo zucchero, aggiungere la farina e l'acqua un po' alla volta continuando a mescolare. Addensare a fuoco dolce mescolando fino a che la crema risulterà di consistenza soda. Far raffreddare la crema farcire i dolcini e decorarli con la frutta e lo zucchero a velo.
Con la piccola Aurelia condividiamo spesso una tazza di tè o una tisana, con questi dolcini  abbiamo particolarmente apprezzato questa miscela di tè  di La via del Tè. La miscela Romeo e Giulietta è perfetta per i romantici e i sognatori, tè verde con papaya, fragola e petali di rosa dal profumo dolce e fruttato e dal sapore soave e delicato.
Se  l'idea di una merenda speciale vi alletta e  vi trovate magari a Milano approfittate dell'evento organizzato da Gallucci Editore   il prossimo 9 maggio alle ore 17  una presentazione/laboratorio del libro Facciamo merenda! di Miralda Colombo presso la Libreria dei Ragazzi di Milano (via Tadino, 53)
Un laboratorio di cucina durante il quale i bambini che parteciperanno prepareranno la loro merenda insieme a Miralda e a Cecilia Viganò (in arte Cevì, illustratrice del volume).
Reazioni:

Il piacere di essere mamma: l'ora del tè in miniatura e i dolcini alla crema e frutta senza lattosio

Cocò 2015-05-07 Media Voti 5,0 su: 1

2 commenti:

Batù Simo ha detto...

beh.. mi sembra un gesto molto carino ed altruista il tuo, davvero! io credo che molti bambini, persone siano davvero intolleranti, ma penso che tanti non lo siano affatto ma, disabituando l'organismo a ricevere determinati alimenti gli enzimi poi vanno in vacanza e poi succede che molte persone ritengano fattore superficiale la vera intolleranza, quindi il tuo post, la tua dedica, secondo me è ancora più apprezzabile, buonanotte :-)

CoCò ha detto...

Grazie cara, comunque al di là delle intolleranze questi dolcini sono perfetti anche per chi non vuole un carico eccessivo di calorie

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!