2014-04-09

Ormai qua si vive per i cuccioli, i loro gusti e i loro giochi cambiano e noi ci adeguiamo. Il gioco del momento è La Fattoria delle forme di Sassi Junior e, acquistata per Aurelia, è diventata il gioco preferito di Giulio e se il libricino con una graziosa storiella sugli animali della fattoria viene lasciato senza capricci alla piccola di casa, che lo ha sequestrato e non lo cede neppure dietro ricompensa, per le formine la questione è più delicata diventando le stesse oggetto di liti furibonde e reiterati dispetti.
Per fortuna poi arriva la mamma e i suoi impasti a placare gli animi, per impasti non intendiamo solo quelli mangerecci ma anche paste modellabili colorate. 
Nel G-baby, il mensile per i piccoli di San Paolo Edizioni, ogni mese nella rubrica Lo zoo di Morbilandia troviamo forme nuove da realizzare. Stavolta mi son dovuta cimentare con il gatto, del resto non c'è fattoria che si rispetti senza gattini che le gravitano attorno.
Quando poi come in questo caso li coinvolgo in cucina si divertono alla grande anche se il coinvolgimento nella preparazione non implica affatto che poi ne apprezzino il risultato, ma quel che è certo io e il papà gradiamo molto e di buttare alla fine non si butta mai nulla. 
Stavolta ho voluto la sicurezza ed ho utilizzato la ricetta dei bagel e soprattutto l'idea delle collane di Miralda Colombo, idea trovata su La forchettina il libro di cui vi ho già detto qualche post fa. Tuttavia se pure le ciambelle sono riuscite col buco ho commesso l'errore di adornarle con sani semini di sesamo ed erbette di Provenza Cannamela
Risultato? Giulio ha rifiutato perfino l'assaggio ma tranquilli erano ottimi e sicuramente li rifarò senza l'ombra di semini per il mio ometto che prima o poi capirà che si perde.
BAGEL
Scatola e tovagliolo Verdiamo
Ingredienti:
300 g di farina manitoba 
200 g di farina 00
½ panetto di lievito di birra fresco 
250 ml di acqua tiepida
1 cucchiaino di sale 
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaino di bicarbonato
1 cucchiaino di miele 
semi di sesamo
erbe di Provenza
Sciogliere il lievito con un cucchiaino di zucchero e due cucchiai di acqua tiepida. Diluire a parte anche il cucchiaino di sale con tre cucchiai di acqua. Mescolare le due farine, aggiungere il lievito e l’acqua con il sale, il cucchiaio di zucchero e il resto dell’acqua, man mano che si assorbe la precedente.
Lavorare l’impasto almeno per una decina di minuti, trasferire quindi la palla ottenuta in una ciotola leggermente unta di olio e coperta. Tenerla in un luogo caldo per un paio d’ore.
Riprendere l’impasto, sgonfiarlo sulla spianatoia e ricavarne tante palline grandi come una noce. Con il pollice praticare al centro un buco di circa un centimetro e mezzo.
Far scaldare un paio di litri di acqua in una pentola con un cucchiaino di bicarbonato e uno di miele.
Quando l’acqua sobbolle, appoggiarvi i bagel un po' per volta: andranno a fondo e poi riemergeranno in superficie. Se non si vuole una consistenza gommosa cuocerli non più di un  minuto rigirandoli una volta
Appoggiarli su un foglio di carta da forno, spolverizzarli con semi ed erbette a piacere e cuocerli in forno già caldo a 200° finché non appariranno ben dorati.
Reazioni:

Giocando giocando tra bagel e fattorie

Cocò 2014-04-09 Media Voti 5,0 su: 1

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!