2011-03-14

Da quando è nato Giulio è passato appena più di un anno e mezzo eppure ne abbiamo fatta di strada insieme. Sicuramente non immaginavo che i bimbi crescessero così in fretta e non pensavo che a quest'età già si sarebbe divertito a giocare con gli impasti. Del resto da quando è nato mi ha visto spesso all'opera e per i bambini imitare i genitori e sperimentare con le proprie mani è importantissimo. All'età di Giulio maneggiare anche un semplice impasto di acqua e farina può esser molto divertente. Quando poi sono un pochino più grandi possiamo iniziare sul serio a creare con loro qualcosa di commestibile.
Se alla cucina insieme ai più piccoli non avete ancora avuto il coraggio di accostarvi, un modo simpatico per farlo è regalargli un bel libro di cucina adatto alla loro tenera età.
Ho trovato particolarmente gradevole Fiabe in cucina edizioni La Coccinella un volume adatto ai piccoli dai 3 ai 5 anni che, oltre alle ricette più buone ispirate alle fiabe più belle d'ogni tempo, si completa con un simpatico grembiulino impermeabile a forma di coccinella (che non sono ancora riuscita a far indossare a Giulio) e un grazioso mattarello dalle misure adeguate alle manine dei cuccioli che dovranno utilizzarlo (e che Giulio ha subito fatto suo seppur utilizzandolo in maniera impropria come certamente riuscirete ad immaginare). Ogni ricetta il libro richiama una famosa fiaba (che con l'occasione potrete andare a leggere o a rileggere ai bambini) ed ogni pagina ha un cursore che, tirato verso l'alto, permette di cambiare le immagini presenti sulla pagina. Un libro "magico" che trasporta il piccolo lettore nel momdo della fantasia, che stimola la creatività suggerendo anche simpatici modi per costruire paesaggi e personaggi con frutta e verdura.
Per i bimbi più grandi (dai 7 anni) Cuochi col sale in zucca di E. Bussolati e F. Buglioni per Editoriale Scienza, un gustoso e ricchissimo manuale per assaporare il mondo dei cibi e scoprire i trucchi e i segreti della cucina Anche in esso un grembiulino da completare con qualche taglio e pochi punti per iniziare a divertirsi ancor prima di entrare in cucina. Un libro colorato e copiosamente illustrato con ricette, giochi ed esperimenti da realizzare, insegna che il piacere di cucinare inizia con la conoscenza dei cibi e i cicli delle stagioni. Il volume educa i lettori ad utilizzare i cinque sensi curiosando tra i mille profumi, colori e sapori che la natura offre, insegna ad accostare gusti diversi per realizzare piatti buoni da mangiare e belli da vedere dando anche suggerimenti per portarli in tavola in modo appropriato.
Sempre per i più grandicelli (dai 6 ai 10 anni) Assaggiando il mondo a cura dell'Ucodep di Bolzano per Sinnos editrice, un libro realizzato con il finanziamento della Provincia autonoma di Bolzano e la collaborazione dell'Istituto Pedagogico di ricerca, sperimentazione ed aggiornamenti educativi. Con testo bilingue italiano e tedesco è il racconto dei viaggi di Cosimira una simpatica talpa cui piace "conoscere i luoghi anche con lo stomaco". Al seguito di Cosimira i piccoli lettori saranno trasportati in modo coinvolgente in Tibet, Sri Lanka, Ecuador, Camerun e Alto Adige alla scoperta della cucina e quindi della cultura dei popoli che vi abitano per apprezzarne in pieno le diversità oggettive.
Intanto che acquistate almeno uno dei libri che vi ho consigliato se volete sondare le capacità culinarie dei bambini di casa vi lascio una ricetta, un dolce a prova di bambino, una crostata soffice per cui bastano pochissimi ingredienti e ancor meno saper fare, per realizzarlo occorre però un ingrediente "magico" seppur di facile reperibilità la miscela Torte pronte di Molino Spadoni che contiene farina, lievito e zucchero nelle giuste dosi e permette quindi con l'aggiunta di ingredienti freschi di realizzare dolci gustosi con il minimo sforzo.

Crostata soffice dei bambini
Ingredienti:
350 g di miscela Torte Pronte Molino Spadoni + altri 50 g c.a.
1 uovo grande
100 ml di latte
100 ml di olio
la scorza di 1 limone
1 barattolo di confettura a piacere
Mettere i 350 g di miscela in una ciotola, grattugiarvi sopra la scorza del limone, mescolare insieme l'uovo con il latte e l'olio e versarlo sulla farina. Amalgamare bene con una forchetta e versare il composto in una teglia da 28 cm imburrata e infarinata tenendone un po' da parte per i bastoncini. Versare sull'impasto la confettura spargendola per bene e poi, aggiungendo all'impasto tenuto da parte la miscela restante (per renderlo più sodo) formare i bastoncini e porli sulla crostata, infornare a 180° finché la crostata risulterà dorata e cotta.
Per rendere più semplice sformare il dolce è perfetto lo stampo da crostata con fondo smontabile di Guardini.
Con la ricetta e i segreti di cui vi ho fatto partecipi il risultato è garantito, un dolcetto ideale per la colazione o la merenda che noi adulti possiamo gustare, dopo aver rimesso in ordine la cucina (impresa che potrà sulle prime sembrarvi disperata) davanti ad un'ottima tazza di Lady Grey Tea di Twining's, un tè nero dal leggero e delicato aroma di agrumi, rilassante e corroborante allo stesso tempo.
Reazioni:

Piccoli cuochi crescono

Cocò 2011-03-14 Media Voti 5,0 su: 1

8 commenti:

Mirtilla ha detto...

ma guarda che meraviglia di ometto!!

manineinpasta.com ha detto...

E' vero, giocare con gli impasti è qualcosa che anche G. ha iniziato a fare prestissimo. E poi dalla cucina non si è più staccata, facendo in questi 4 anni tanti progressi e passando con noi un bel poì di tempo "di qualità"...tanto che da qualche mese ne è nato un blog. Se sei curiosa...

Fico e Uva ha detto...

Giulio che meraviglia!! Anche la piccola Vicky è sempre più attratta dalle nostre preparazione e ci da una mano per ogni ricetta!

Mela ha detto...

La tua dolce esperienza, bellissimi libri, ed una ricetta garantita: quanti doni in un semplice post?
Grazie!

Aiuolik ha detto...

Questo libro devo cercarlo per mio figlioccio!!!

Un bacio al piccolo, ciaoooo!

Emilia ha detto...

Beh dai tale madre, tale figlio ! Anche ai miei piace pasticciare per poi gustare in modo ''esagerato'' il loro operato.
Complimenti a Giulio, è proprio carino :-)

Günther ha detto...

ma quanto è patatino... complimenti ai nuovi cuochi

CoCò ha detto...

@Mirtilla nella foto si vede pochino
@Manine in pasta la mia curiosità mi ha subito portata nel Vs blog che ho trovato molto interessante complimenti anche alla piccola
@Fico e Uva e lo so seguo sempre le evoluzioni di Vichy ormai è una donnina
@Mela grazie a te per le belle parole, il tempo dedicato a scrivere questo post non è andato perso se c'è chi lo legge
@Aiulik quale dei tre ti ha attratto?
@Emilia per il momento Giulio pasticcia a modo suo ma crredo sia bellissimo preparare sul serio con loro
@Gunther è il mio papocchino simpatico no?

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!