2008-11-17

Le meringhe o si adorano o si odiano, tertium non datur, purtroppo.
Io da un po’ di tempo a questa parte ho preso ad amare la loro consistenza vetrosa ed eterea, così l’altra volta mi chiedevo se con il forno nuovo, che ha finalmente un minimo ed un massimo, avrei potuto realizzarle e dal pensiero all’azione non ho impiegato poi tanto, complici anche le chiare d’uova sempre giacenti nel mio frigo.
Ovviamente sapete che non si può genericamente parlare di meringa dal momento che i pasticcieri suddividono la categoria in due sottocategorie, meringhe all’Italiana o a caldo e meringhe alla francese o a freddo.
Non è per mancanza di amor patrio che ho scelto di preparare le meringhe alla francese ma solo per mancanza di strumenti.
Per realizzare la meringa all’italiana lo zucchero va cotto ed occorre l’apposito termometro perché va spento ed aggiunto agli albumi quando ha raggiunto la giusta temperatura.
Insomma francesi o italiane che siano le meringhe sono sempre un piccolo miracolo di pasticceria e sono orgogliosa di averlo compiuto.
La sorpresa si riferisce al fatto che ho aggiunto all’impasto delle mandorle spellate, una lieve nota croccante e non zuccherosa in mezzo a tanta candida dolcezza.
Ingredienti:
150 g di albumi a temperatura ambiente
300 g di zucchero semolato fine
1 pizzico di sale
150 g di mandorle spellate (facoltative)
Montiamo gli albumi con il sale e lo zucchero per almeno mezz’ora finché il composto risulterà sodo gonfio e lucido, uniamo le mandorle e poi disponiamo la meringa a cucchiaiate su una teglia rivestita di carta da forno. Inforniamo a 50-60° (forno ventilato) per almeno 3-4 ore (secondo le dimensioni) e comunque fin quando risulteranno della consistenza desiderata, se le vogliamo completamente asciutte potrebbero impiegare anche 5-6 ore ma non lasciatevi tentare di aumentare la temperatura del forno per fare prima, il risultato sarebbero solo delle meringhe scure.
Reazioni:

Meringhe alla francese...con sorpresa

Cocò 2008-11-17 Media Voti 5,0 su: 1

9 commenti:

Dolcienonsolo ha detto...

Conci, io adoro le meringhe...le tue hanno un bellissimo aspetto!!!

Lo ha detto...

io le amo...e non sapevo quelle differenze..tra cottura e tutto il resto... grazie

CoCò ha detto...

@Francesca son venute veramente candide
@Lo a volte è bene precisare che se passa qualche esperto ci bacchetta, ti devo ancora dare il mio aiuto per quella cosa lì sono in ritardo?

Micaela ha detto...

io adoro le meringhe!!! :-)

michela ha detto...

ma che bel blog!!
Posso linkarti?
ciao

CoCò ha detto...

@Micaela anch'io adesso
@Michela grazie certo che puoi linkarmi

adina ha detto...

cocò, ti sono venute benissimo, belle bianche!! questa è un'altra di quelle cose che voglio fare, visto che il primo tentativo non è riuscitissimo. buone erano sì, ma non bianchissime. :-))

CoCò ha detto...

@Adi erano candide ma tu che parli a fare sei bravissima con i macarons detto questo non mi pare ci sia altro da aggiungere

franci ha detto...

che belle....domani ho una cena per 11 persone,sto preparando vari dolci e dopo aver fatto una bavarese mi ritrovo 6 albumi orfani...cosa farci???meringhe,piatte a fare da base a...forse una mousse ai frutti di bosco visto che ne ho ordinati a bizzeffe dal fruttivendolo per domani?!?! E dopo aver guardato tante ricette, la tua mi è sembrata la più bella!!corro in cucina a prepararle :)

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!