2009-03-20

Di sardo non ho nulla e la Sardegna la conosco solo in foto eppure amo molti dei loro prodotti, sarà che hanno dei formaggi strepitosi! Le seadas, quelle originali intendo, ho avuto modo di assaggiarle una sola volta eppure mi son rimaste nel cuore. Sarà che il formaggio con il miele si sposa a meraviglia, sarà che il fritto rende tutto estremamente appetibile, sarà che ho comprato un pecorino sardo fresco dal gusto eccezionale, insomma l’altro giorno partendo da queste premesse mi sono ritrovata con una ciotola davanti nella quale impastavo farina e poche altre cose ed il risultato è davanti ai vostri occhi. Le seadas mi sa che son rotonde e che non contemplano l’utilizzo di noccciole ma avevo in dispensa un bel vasetto di nocciole Piemonte IGP con miele di acacia di Cascina San Cassiano che chiedeva a gran voce di essere accostato a del buon formaggio. Questo l’inizio per il resto della storia seguite la ricetta:
100 g di farina 00
1 uovo
13 g di strutto
pecorino sardo fresco
olio d'oliva per friggere
nocciole Piemonte IGP con miele d'acacia
Impastiamo i tre ingredienti, poi lasciamo riposare l'impasto prima distenderlo in una sfoglia sottile. Posizioniamo su metà della sfoglia dei pezzetti di pecorino e copriamo con l'altra metà, ritagliamo la pasta attorno al ripieno in modo da formare dei grossi ravioli tondi o quadri a piacere, con le dosi indicate ne verrano circa 3-4. Friggiamo in abbondante olio e serviamo ancora calde cosparse di miele con nocciole o miele semplice.
Reazioni:

Seadas a modo mio

Cocò 2009-03-20 Media Voti 5,0 su: 1

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao Cò, come stai? Mancavo da un po' ma vedo che aggiorni il blog regolarmente con tante squisitezze,il che mi fa pensare che tutto procede bene.
Un bacio. Rossella

Micaela ha detto...

che buone devono essere! non conoscevo questa ricetta. Non si finisce mai di imparare! un bacione.

Anonimo ha detto...

ho provato le originali è sono buonissime, adesso che ho scoperto la ricetta li farò al piu presto! l'aspetto è invitante! symsalabym

CoCò ha detto...

@Rossela si infatti cerco di mantenere una vita piuttosto regolare, spero sia così nei mesi a venire con gli alti e bassi che comunque ci sono
@Micaela i blog li scriviamo anche per condividere le nostre conoscenze con gli altri vero?
@Symsalabym non ho la pretesa di farle come le originali però sono buone, puoi provarle

Anonimo ha detto...

ma non sono assolutamente le seadas....e non per l'aggiunta dellenocciole...proprio non è così la ricetta...
Carla

CoCò ha detto...

@Carla cara ma infatti uio non sono sarda e quel "a modo mio" sta a dire proprio questo l'idea è quella ma la ricetta originale non ce l'ho anzi se vuoi darmela mi fa piacere

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!