2007-11-15

Succede che ogni tanto si ha voglia di tornare bambini e ritrovare quei sapori perduti che per molto tempo ci hanno accompagnato e che poi, non si sa perchè e non si sa quando, sono andati perduti. Quella che vedete in foto era la crostata che si preparava a casa mia una volta quando il burro non si utilizzava, quando la frolla non si lavorava velocemente con i polpastrelli e soprattutto quando la crostata si usava farla alta e con il lievito. Mi direte che allora non è crostata dacchè già la parola da l'idea di crosta ovvero di una cosa croccante e non morbida, appunto per questo dico che è la "non crostata" perchè se vi aspettate che crocchi nulla da fare. Vi consiglio di provarla almeno una volta perchè sono sicura che resterete conquistati dalla sua semplicità.
Ingredienti:
1 bicchiere piccolo di olio extravergine d'oliva (circa 100 ml)
1 bicchiere piccolo (lo stesso) di zucchero
2 uova intere
280 g di farina 00
1 pizzico di sale
1/2 bustina di lievito per dolci
1 vasetto di confettura a piacere
Lavoriamo con una forchetta le uova con lo zucchero, il sale, il lievito e l'olio, aggiungiamo poi piano piano la farina, cercando di amalgamarla tutta meno una cucchiaiata.
Prendiamo una teglia imburrata ed infarinata e stendiamo il composto preparato, che deve essere abbastanza morbido, in uno strato uniforme, tenendone da parte un pochino per preparare i bastoncini. Stendiamo sopra la pasta la confettura poi aggiungiamo la farina tenuta da parte all'impasto avanzato e rendiamolo più solido, in modo da poterne ricavare i bastoncini di pasta che stenderemo sulla torta formando la classica gratella. inforniamo in forno già caldo per circa mezz'ora, ci accogeremo dalla doratura dei bastoncini quando la nostra crostata sarà pronta.
Reazioni:

La non crostata di casa mia

Cocò 2007-11-15 Media Voti 5,0 su: 1

35 commenti:

Ady ha detto...

UNa crostata buona e semplice con tutto il sapore di casa!
Coco ce l'hai con me?
Sigh sigh non mi hai risposto nel post precedente!!!
Vabbè forse ti è sfuggito il mio post, ciao ciao
Una abbraccio

CoCò ha detto...

@Ady ma cosa vai mai a pensare! Avercela con te! Proprio con te cara perchè mai? il post non mi era sfuggito ed avevo pure risposto a te e a Vellino insieme però non so come mai non me l'ha presa o l'ho inserita in qualche altro blog che ho sempre mille pagine contemporaneamente aperte
La torta era ottima comunque ciao

Mirtilla ha detto...

buona davvero,e con il lievito la pasta frolla assume tanto quell'aria da"mulino bianco"
mirtilla

HTTP://ANGOLOCOTTURA.BLOGSPOT.COM

CoCò ha detto...

@Mirtilla benvenuta! E' vero l'aria da Mulino Bianco non ci avvo pensato!

aracoco ha detto...

Anch'io prima la crostata la facevo con l'olio...hai ragione Coco è buonissima!

CoCò ha detto...

@Aracoco vero che dalle nostre parti si usa così?

Cuocapercaso ha detto...

Coco, come sai io non posso usare il burro e per questo cerco sempre ricette con l'olio! anche io faccio una crostata non crostata con l'olio che chiamo pasta biscotto! Ma adesso che vedo la tua la devo provare! vedo di farla sabato, poi ti dico! Ah..si possono fare anche i biscotti con la base, vero?
Grazia

CoCò ha detto...

@Cuocapercaso se devi fare i biscotti aggiungi direttamente tutta la farina e se occorre aggiungine un altro cucchiaio, sai nelle cose tradizionali ci siamo sempre regolati ad occhio adesso iniziamo a codificare i pesi e le misure. Ciao Grazia buona giornata

lenny ha detto...

Diciamolo sottovoce: le "crostate morbide" (anche se in antitesi con il nome che portano) sono buonissime!!!
Bisognerebbe farle spesso.

*°*Anna*°* ha detto...

Non ho mai provato con l'olio, molto, molto, molto interessante... e quando il buono è anche sano...

Stefano BUSO ha detto...

Questo dolce lo vorrei tutto per me

CoCò ha detto...

@Lenny ma proprio sottovoce se no i cultori della frolla che crocca ci linciano!
@Anna buona buona e sana te lo assicuro
@Stefano ma dai non fingere che ami i dolci...non ci crede nessuno

Dolcetto ha detto...

Le ricette di famiglia sono sempre le migliori! In effetti anche a casa mia si usava fare la crostata bella alta... mia mamma continua a ripetermi che usava una ricetta per la crostata che era la fine del mondo, però la persa! L'unica cosa che mi poteva passare in fatto di dolci, uffi!
Buon fine settimana

CoCò ha detto...

@Dolcetto prova magari la mia ricetta e poi mi dici magari somiglia a quella di tua madre

Roxy ha detto...

Anche la prima ricetta di frolla che ho fatto era con il lievito....me l'aveva data una mia collega....poi ho provato varie scuole di pensiero su internet: senza lievito, con soli tuorli, burro freddo, burro a temperatura ambiente....ma nessuna mi ha mai soddisfatto come la prima.....devo provarla con la sostituzione del burro con l'olio! Baci e buon we

CoCò ha detto...

@Roxy la verità è che bisogna fare tesoro delle proprie esperienze e che una regola ferrea secondo me in cucina non esiste, fatte salve le dosi in pasticceria

nightfairy ha detto...

E' bellissima!chi se ne importa delle "nuove regole", ognuno ha i suoi gusti e i suoi ricordi..é giusto così! :)
Buon weekend!

CoCò ha detto...

@Nightfairy gusti e ricordi giusto questo ritrovo nella crostata ed al bando le regole

Cuocapercaso ha detto...

Coco, quando dici che il composto deve essere abbastanza morbido cosa intendi? perchè il mio lo era troppo (si appiccicava alle mani) e quindi ho addizionato altra farina. E' comunque venuta benissimo, ma mi resta il dubbio..
Cmq tra poco pubblico la tua ricetta da me, ma attendo tuoi lumi!
baci
Grazia

CoCò ha detto...

@Cuocapercaso in realtà abbastanza morbido è un poco appiccicoso, per stenderlo bene mi bagno i polpastrelli nella farina e stendo piano piano, mi madre la fa più duretta con più farina ed è buona ma a me piace la mia versione morbida morbida. Poi passo da te a vedere il risultato ciao Grazia

Francesca ha detto...

cara Coco, le ricette di famiglia son preziose, e non vanno sminuite rispetto a certe stramberie che si vedono in giro. Buona, e bella, fa venire volgia di casa e di cose buone.

Geillis ha detto...

ti confermo i complimenti che ho fatto a Cuocapercaso...la tua crostata è buonissima! Neanch'io credo agli integralismi sulla pastafrolla: ognuno la fa come gli piace! Magari qualcuno inorridirà ma a me, per esempio, viene benissimo col burro sciolto...:-)

CoCò ha detto...

@Geillis benvenuta e grazie, come tu mi insegni ci sono vari modi per ottenere i medesimi soddisfacenti risultati ciao e torna a trovarmi

carlotta ha detto...

é la prima volta che assaggio una crstata così squisita!Grazie

CoCò ha detto...

@Carlotta oh! che bello sapere che ti è venuta bene sono proprio contenta

Anonimo ha detto...

Non ci posso credere!!!!!!!!
Era da tanto, troppo tempo, che cercavo QUESTO tipo di crostata!!!
Scusa, mi presento, non sono una food-blogger ma vi seguo tutte (quasi!!!), da mesi e vi posto quando riesco a provare qualcuna delle vostre succulenti ricettine, vi scrivo dal sud, Castellammare di Stabia è la mia città, e oggi sono troppo felice, ti dico solo che alle 14.40 ho letto per la prima volta la tua ricetta della non-crostata;alle 15.30 l'ho sfornata e non ho resistito nemmeno un quarto d'ora, l'ho addentata bollente!!! Ora, infatti, mi sta venendo un bel mal di pancia, ma non importa, E' S-T-U-P-E-N-D-A!!!
GRAZIE, GRAZIE E ANCORA GRAZIE!!!
Questa è la mia crostata!!! La adotto!!!Posso?
Baci
Dida70

CoCò ha detto...

@Dida70 il tuo entusiamo mi fa gioire, e chi se l'aspettava tanto successo dalla mia povera crostatina? pensa che per anni ho provato tutte le frolle del mondo per accorgermi poi che il gusto che aveva la mia non crostata non ce l'ha nessun'altra

Anonimo ha detto...

Ed è così cara Coco, il gusto di questa non ce l'ha nessun'altra davvero, dalle mie parti c'è ancora qualche panetteria che la fa esattamente così ed io ho cercato con vari tentativi di imitarle ma fino ad oggi non ero riuscita, grazie di aver risposto subito al mio post e, hai ragione, sono entusiasta all'annesima potenza, perchè fra tante e tante ricette di dolci, questa mi da . . . non so come dire, ecco per rifarmi ad uno dei vostri meme che, purtroppo non avendo un blog io non posso fare, questa crostata è il mio piatto della consolazione!!!Perciò grazie ancora cara Coco, continuerò a seguirti.
Dida70

Macoz ha detto...

E' buonissima!
Croccantina fuori e morbida dentro, solo che io ho ottenuto un impasto molliccio/appiccicoso che non riuscivo a stendere, per cui ho aggiunto farina....ho sbagliato?
Comunque il risultato e' ottimo.

CoCò ha detto...

@Dida70 scusami il ritardo il tuo commento mi ha fatto particolarmente piacere torna a trovarmi
@Macoz l'hai fatta? Se l'impasto viene un pò molliccio non aggiungere farina ma sporcati le mani di farina e aiutati così a stenderla, l'effetto finale sarà ancora migliore

serendipity964 ha detto...

Ciao a tutti,questo dolce mi ispira davvero tanto,vorrei provare a prepararlo!Domanda:a quanti gradi la temperatura del forno?
Grazieeee

serendipity964 ha detto...

Ciao a tutti,questo dolce mi ispira davvero tanto,vorrei provare a prepararlo!Domanda:a quanti gradi la temperatura del forno?
Grazieeee

CoCò ha detto...

@serendipity964 metti il forno a 180° e di sicuro non sbagli
ciao

serendipity964 ha detto...

Grazie!non ho saputo aspettare e ho preparato il dolce prima di ricevere la tua risposta,in effetti ho avuto qualche problema con la cottura.Rimedierò al prossimo giro!Unica nota stonata il forte e deciso sapore dell'olio
d'oliva.Sono solo io,insieme ai miei commensali, ad averlo notato?Pensavo di provare a usare quello di semi di mais o simili,che dici?

CoCò ha detto...

@Erendipity evidentemente hai usato un olio dal gusto deciso, sai bene che di oli d'oliva ce ne sono di tante varietà scegline uno a bassissima acidità e poco fruttato e vedrai, l'olio di semi non mi fa impazzire però il risultato nei dolci è buono, in alternativa puoi fare anche metà burro e metà olio verrà ancora più fragrante e il gusto del burro coprirà anche l'olio di sicuro

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!